domenica, 11 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il PSE a Roma per cercare un’alternativa all’austerità
Pubblicato il 08-02-2016


pesI maggiori leader politici della sinistra progressista europea hanno lavorato per cercare un’alternativa all’austerità, in una riunione speciale a Roma. Nella capitale italiana hanno partecipato dai presidenti dei parlamenti nazionali della famiglia socialista e democratica ai leader dei gruppi parlamentari progressisti provenienti dall’Europa per discutere sulla necessità urgente di un’Europa sociale contro la crisi dei migranti.
“È tempo di stare contro l’ideologia dell’austerità e di portare l’Europa verso un percorso di crescita e di posti di lavoro. Dopo 8 anni di sacrifici e le politiche a senso unico, i nostri cittadini si aspettano le opportunità che meritano”, ha detto il presidente del PSE, Sergei Stanishev. “Senza la solidarietà, l’Europa è morta”, ha aggiunto.

Il Partito dei socialisti europei vuole unire le forze di tutti i suoi partiti membri a livello nazionale al fine di presentare una chiara alternativa di crescita e di posti di lavoro contro la politica di austerità in Europa. La campagna per un nuovo piano Marshall per la gioventù europea, così come presentati dal PSE riflette questo impegno, che sarà basata su quattro pilastri: l’educazione, il lavoro, la cultura e i bambini.

“I socialisti stanno lanciando questo progetto per i giovani, crediamo che sono il futuro dell’Europa, li abbiamo messi in cima alla nostra agenda politica”, Stanishev ha aggiunto.

Riccardo Nencini, segretario del Psi, ha invece affermato: “Qualcosa si muove. Il Pse stamane a Roma ha rilanciato gli Eurobond e spostato la lancetta sulla flessibilità a scapito di politiche rigoristiche. Serve ora una rete più larga: ai socialisti vanno aggregati i liberali al governo per battere lo stesso chiodo”.

Il leader del Gruppo S & D al Parlamento Europeo, Gianni Pittella, il ministro italiano dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan e molti leader dei Socialisti e Democratici hanno partecipato alla Conferenza.
Durante il suo discorso Pittella ha chiesto flessibilità fiscale dalle istituzioni dell’UE.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento