lunedì, 25 luglio 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ilva, disastro ambientale. Tutti a giudizio
Pubblicato il 29-02-2016


>>>ANSA/ ILVA, GUERRA DI CIFRE SULLE MORTI: 'A TARANTO +300% TUMORI'Torna in primo piano il processo Ilva per disastro ambientale. Il giudice per le indagini preliminari di Taranto ha rinviato oggi a giudizio a vario titolo 44 persone e tre società nell’ambito dell’inchiesta per disastro ambientale sullo stabilimento siderurgico Ilva, il più grande d’Europa.
Dopo l’annullamento per errori procedurali del primo processo dinanzi alla corte d’assise e il ritorno alla fase preliminare, il gup Anna De Simone ha accolto la richiesta della procura ionica rinviando a giudizio tutti i 44 imputati dell’inchiesta “Ambiente Svenduto”.
Il vizio di forma che ha costretto a una nuova udienza preliminare era consistito nella mancata indicazione del difensore d’ufficio per dieci imputati sprovvisti del legale di fiducia. Il collegio giudicante sarà composto dagli stessi due giudici togati (Michele Petrangelo e Fulvia Misserini) che avevano deciso per il rinvio degli atti al gup. Circostanza questa, secondo alcuni legali, che potrebbe essere motivo di nuove eccezioni.
La prima udienza si terrà il 17 maggio e gli imputati hanno sempre rigettato le accuse.
Tra gli imputati, oltre a Fabio e Nicola Riva, membri della famiglia che ufficialmente controllava il 90% dell’azienda (oggi in amministrazione straordinaria) e ad alcuni dirigenti aziendali, ci sono anche esponenti politici ed amministratori, come l’ex presidente della Regione e leader di Sel Nichi Vendola, l’ex presidente della Provincia Gianni Florido e l’attuale sindaco di Taranto, Ippazio Stefano. Tra i 44 imputati finiti nuovamente a processo nomi eccellenti quali Luigi Pelaggi (ex capo della segreteria tecnica del ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo) e Dario Ticali, ex presidente della commissione ministeriale che rilasciò l’autorizzazione integrata ambientale alla fabbrica. A giudizio anche l’ex assessore regionale alla sanità del Pd Donato Pentassuglia, accusato di favoreggiamento nei confronti di Archinà.
Sotto processo anche tre società: Riva Fire, Riva Forni elettrici e Ilva spa in amministrazione controllata.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi disoccupazione elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Napolitano Nencini Onu Oreste Pastorelli pd Pdl pensioni Pia Locatelli psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE Unione europea USA



Lascia un commento