domenica, 11 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Omicidio Rosboch: si studia
il profilo di Gabriele Defilippi
Pubblicato il 22-02-2016


GABRIELE-DEFILIPPI-large300Gloria Rosboch è stata strangolata: a definirlo è stata la perizia del medico legale, che ha trovato riscontro nelle dichiarazioni di Gabriele Defilippi del suo amante, il cinquantaduenne Roberto Obert. Entrambi erano presenti sul luogo dell’occultamento della professoressa di Castellamonte (Torino) ed avrebbero inoltre effettuato una perlustrazione del posto nei giorni precedenti al delitto, a dimostrazione che si sarebbe trattato di un atto premeditato.

Defilippi ed Obert continuano ad essere interrogati ed, attualmente, sembra che si accusino a vicenda dello strangolamento di Gloria Rosboch. Anche la madre del ventiduenne è stata fermata ed è attualmente indagata, poiché sussisterebbero elementi che suggerirebbero una sua possibile complicità.

Ciò nonostante, la figura principale, quella che ad oggi analizzata dagli investigatori e dai media, è quella di Gabriele Defilippi. Il giovane, che aveva messo in atto una truffa da 187mila Euro ai danni della professoressa di Castellamonte, è stato descritto «freddo» da Giuseppe Ferrando, procuratore capo di Ivrea. Non solo, per la procura sarebbe stato messo in atto un piano «diabolico e lungamente studiato».

Quello che è noto del giovane è che assumeva diverse identità su internet. I suoi profili social erano numerosi e, tramite ognuno, assumeva diverse personalità. In particolare, per ogni pagina dichiarava una professione differente, come se ogni personaggio che interpretasse avesse una storia a sé.

Analizzando uno dei profili, è possibile notare che il giovane avrebbe potuto frequentare, in passato, degli eventi “alternativi” nati a MIlano e portati successivamente in giro per l’Italia. Questi party, dedicati ai giovanissimi, sono stati oggetto d’attenzione da parte degli inquirenti e dei media per via delle abitudini sessuali di coloro che ne prendevano parte. Nel 2011 non si parlava solo di orge “teen”, ma anche di prostituzione per pochi Euro.

Pur non associando tali comportamenti al ventiduenne, considerando questi fatti, è impossibile non interrogarsi sugli ambienti frequentati da Gabriele Defilippi. E’ dunque possibile che la sua freddezza sia dovuta al fatto che potrebbe essere abituato a situazioni in cui si è disposti quasi a tutto per pochi soldi? E’ possibile che il giovane sia stato plasmato da una società consumista che lascia intendere, più o meno esplicitamente, che il denaro va messo al primo posto?

Per analizzare il comportamento del ragazzo dovrebbero essere presi in considerazione diversi fattori, tra cui, per l’appunto, gli ambienti sociali frequentati dal ragazzo. E’ su questo punto che si dovrebbe indagare a fondo per capire come un giovane, descritto come un ragazzo «tranquillo» dal proprio padre, si sia potuto trasformare in carnefice.

Una cosa è certa: nessuno potrà restituire Gloria Rosboch ai suoi genitori, che seppure straziati dal dolore, hanno avuto la forza, fin dai primi momenti, di far accendere i riflettori su Gabriele Defilippi.

Alessia Malachiti

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento