venerdì, 24 giugno 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Primarie Aversa e Caserta Oliviero ‘litiga’ col Pd
Pubblicato il 11-02-2016


Primarie Pd CasertaSembra ormai in crisi il matrimonio, fatto di nascosto in un albergo napoletano, tra l’ex socialista Gennaro Oliviero ed il PD.
Un passaggio studiato grazie all’interessamento di Pina Picierno alla presenza di Lello Topo e di Lorenzo Guerini.
Ma con le Primarie di Aversa e di Caserta questo matrimonio Oliviero  e l’Europarlamentare Picierno è cominciato a scricchiolare dopo le candidature alle primarie strategicamente proposte dal “Kissinger sessano”  Gennaro Oliviero.

Lo strategia del simpatico  “Gennarino Kissinger” è stata chiara e ben definita dall’inizio della sua avventura con i democratici. Nella prima fase ha scelto lo sponsor più vicino ai vertici romani, Pina Picierno, per passare nel PD e sfruttare la lista dei democratici per essere rieletto in consiglio regionale. Ma siccome Oliviero è una persona abituata a , comandare, non riesce ad abituarsi agli schemi classici dei partiti e così mette in campo tutta la sua scienza politica cercando di creare un partito nel partito democratico ed imporre suoi candidati ad Aversa proponendo Guido Rossi, ex assessore del centrodestra, ed a Caserta Chicco Ceceri, esponente vicino all’Udc snobbando totalmente le scelte politiche programmatiche del gruppo dirigente del partito di Renzi.

Ma la prima a stoppare le strategie del “Kissinger sessano” è stata la stessa Pina Picierno prendendo distanze  e bocciando la linea Oliviero e dichiarando inammissibile presentare o supportare alle Primarie ex amministratori del centrodestra che per anni sono stati avversari del centrosinistra e del PD.

Francesco Brancaccio

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi disoccupazione elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Napolitano Nencini Onu Oreste Pastorelli pd Pdl pensioni Pia Locatelli psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE Unione europea USA



Lascia un commento