martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Primarie Campania,
resa dei conti nel PD
Pubblicato il 03-02-2016



BASSOLINO
Quando sembrava che la direzione nazionale del Partito Democratico avesse trovato una sintesi condivisa, sul nome Valeria Valente, come sfidante del gruppo Bassoliniano a Napoli, si fanno avanti auto proponendosi nuovi aspiranti che spaccano nuovamente il Partito Democratico partenopeo, trasformando queste primarie ad una vera e propria resa dei conti interni al partito del premier Renzi.

Le ultime candidature sono quelle di Marco Sarracino sostenuto dalla componente Area Riformista e dal movimento giovanile di cui ne è segretario. Altro aspirante è Umberto Ranieri che a differenza degli altri candidati ancora non ha pronta la documentazione necessaria per la presentazione ufficiale del suo nome alle primarie napoletane.
Unico candidato in piena competizione elettorale è il socialista Antonio Marfella che ha improntato la sua campagna su di un vero e proprio dialogo ed incontro con i cittadini aprendo l’era di una vera e propria democrazia partecipata.

Caserta
Diverso il discorso delle Primarie casertane che non saranno di coalizione come quelle di Napoli ma interne al PD. Quattro gli aspiranti allo scanno di primo cittadino, il Renziano di ferro Carlo Marino, Enrico Tresca per l’area Capacchione “Rifare l’Italia”, Vincenzo Claudio Battarra per l’area pittelliana ed infine l’ex primo dei non eletti PD alle ultime amministrative Andrea Boccagna.

Benevento
Accantonate le speranze di Clemente Mastella di rientrare nel centrosinistra Sannita, come uomo di sintesi e futuro candidato a sindaco per il dopo Pepe, il PD beneventano si appresta ad affrontare le primarie, tutte interne, puntando su due candidati Raffaele Del Vecchio sponsorizzato dal gruppo dirigente attuale e Gino Abbate.

Francesco Brancaccio

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento