mercoledì, 28 settembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Tronca promette guerra
ai furbetti degli affitti
Pubblicato il 02-02-2016


06-tronca-i“Ora allargherò il monitoraggio in tutti i Municipi di Roma” è questa la promessa del Commissario straordinario di Roma capitale Francesco Paolo Tronca che ha dichiarato guerra alla nuova Affittopoli romana.

L’obiettivo è uno: far luce sul caso delle abitazioni nel centro storico affittate a canoni irrisori.
Numeri da schiaffo alla miseria, quelli dell’ennesimo scandalo della Roma ingorda: quella dove c’è gente che non arriva alla 3°settimana e quella dove si pagano anche 10,29 euro al mese per un alloggio a Borgo Pio, a due passi da San Pietro. Oppure 23,36 auro per una casa con affaccio sui Fori Imperiali o poco più di 25 euro mensili per vivere al Colosseo. Gli esempi sono tanti.

Trema ora, un numero non precisato di dirigenti comunali, rei di non aver mai aggiornato i canoni di locazione. E con lo loro anche decine di inquilini che per anni hanno potuto godere di residenze di pregio a meno di un euro al giorno.

La prima necessità è “individuare di chi sia la responsabilità – ha sottolineato Tronca- si tratta di analizzare posizione per posizione”. E per farlo, si passeranno al vaglio, secondo il Campidoglio, almeno 574 affitti. Poi le carte andranno nelle mani all’autorità giudiziaria, sia ordinaria che sia contabile.

Senza contare che il numero di casi sospetti potrebbe allargarsi, visto che la segreteria tecnica di Tronca e lo stesso commissario, fin dall’insediamento, hanno garantito la verifica del patrimonio immobiliare della Capitale. Quindi, non è escluso che la nuova ‘affittopoli’ si allarghi ben oltre i confini del I municipio di Roma, ovvero il centro storico.

Non solo. Sotto la lente, anche eventuali casi di occupazioni abusive, visto che i canoni irrisori potrebbero aver favorito enormi speculazioni. E qualche discrepanza tra residenti e proprietari al momento sembra già essere emersa.
Il Comune si è detto pronto ad eventuali azioni volte al recupero dei beni in capo all’Amministrazione. I fascicoli dell’indagine interna finiranno sulle scrivanie della Procura e non è escluso che nei prossimi giorni la Capitale assista a qualche sgombero forzato.

Soddisfazione per l’indagine di Tronca è stata espressa anche dall’ Unione Inquilini che ora auspica il blocco immediato delle vendite di tutti gli immobili coinvolti in attesa di sviluppi.

Ma resta il dubbio, visto il prezzo medio degli affitti di Roma, dell’entità del danno economico subito dall’amministrazione e dalla stessa economia romana. Un danno che qualcuno già stimato come ‘incalcolabile’.

Marco Agostini

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi disoccupazione elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento