domenica, 11 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Campidoglio, 30 mila case, ma pochi pagano l’affitto
Pubblicato il 21-03-2016


Case RomaIl disastro dell capitale continua a riservare una sorpresa dopo l’altra confermando impietosamente l’immagine di una città che non è stata amministrata negli ultimi vent’anni oppure che è stata abbandonata per incapacità, incuria o complicità nelle mani del malaffare. Dall’ultima indagine disposta dal commissario straordinario di Roma Francesco Paolo Tronca sul patrimonio immobiliare del I Municipio è emerso il solito quadro di assoluta desolazione con immobili ‘fantasma’, occupazioni abusive, subentri di fatto, morosità accentuate, inquilini residenti altrove o addirittura deceduti e soprattutto affitti irrisori: 1,81 euro per abitare a due passi dalla Stazione Termini, poco più di 5 euro per vivere vicino a Campo de Fiori o 32 euro per avere una vista sul Colosseo.

Dall’incrocio dei dati su un campione di 289 immobili del patrimonio disponibile, sono emersi 21 case e 9 uffici ‘fantasma’, ovvero mai censite nel sistema di gestione comunale delle locazioni, occupazioni abusive e subentri di fatto, un’accentuata morosità con conduttori deceduti o residenti altrove, canoni mensili risibili. C’è chi paga meno di due euro per un appartamento in zona Termini, chi 4,17 euro per una casa nei pressi di piazza Mazzini e chi invece 5,18 euro per Campo de Fiori. Le cifre più alte per una vista sul Colosseo con 32,96 euro al mese.

Una foto di un particolare, ma il quadro generale dipinge un patrimonio immobiliare di quasi 30 mila immobili in cui nell’85% dei casi non viene pagato l’affitto. Nel 2015, a opera di pulizia avviata, il Comune ha emesso bollette per 50 milioni e ne ha incassate la metà. Per l’esattezza il Campidoglio è proprietario di 28.842 gli immobili e la morosità ammonta a 357 milioni di euro.

Impietoso il commissario straordinario di Roma Francesco Paolo Tronca durante la presentazione del rapporto: «Abbiamo scoperto l’acqua calda? Possibile. L’hanno fatto anche in passato? Possibile. Però quando si ha in mano l’acqua calda si prende e si fa pulizia. Si lavano tutte le incrostazioni che rendono inefficace e inefficiente l’attività amministrativa».

Roma non è solo la città più bella del mondo, ma anche quella delle strade dissestate, sporca, dei trasporti che non funzionano, con un Campidoglio che è il secondo più grande ‘stipendificio’ d’Italia, con circa 65 mila dipendenti e un ‘buco’ visibile di bilancio di 440 milioni l’anno. Più un debito da restituire nel 2040 di una quindicina di miliardi. Chiunque vinca le elezioni avrà una montagna di problemi da scalare, problemi che non sono nati ieri.

Lorenzo Mattei

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento