lunedì, 5 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Carta straccia nel transatlantico della BCE
Pubblicato il 21-03-2016


BCE- viglianza

Non pensavo che i soldi fossero più importanti della salute, fino a quando non è scoppiata la tempesta finanziaria con gli scandali che hanno travolto il sistema bancario italiano. Ricordo ancora un Nino Manfredi d’antan che, in un classico della commedia all’italiana, diceva: “quando c’è la salute e un paio di scarpe nuove…”. È, probabilmente, lo specchio di un’Italia che non c’è più. O forse di un’Italietta che tra padrini e padroni, piccoli raggiri, bustarelle, raccomandazioni e familismi amorali dei tanti “mi manda Picone” ha sempre tirato avanti: “finché la barca va”.

Peccato che oggi non si tratta più di spingere avanti la barca, ma di muovere maestosi transatlantici. Il capitalismo finanziario e il sistema “mafioso” e clientelare italiano fanno assieme una combo micidiale! Già da tempo siamo abituati a denunciare l’operato di interi reparti ospedalieri e dei medici che vi lavorano. Tutti i giorni al telegiornale, negli ultimi tempi, veniva riportato un caso eclatante di “malasanità”. Abbiamo fin troppo tollerato l’arroganza sfacciata e il lassismo superficiale di alcuni medici corrotti, senza umanità. Ebbene, gli scandali bancari hanno invece rappresentato per noi un fulmine a ciel sereno! Appena abbiamo capito che questi signori avevano la licenza di “rapinare” a norma di legge, siamo letteralmente impazziti. Se ne parla ormai da diversi mesi e, con tutta probabilità, se ne parlerà ancora per molto, molto, tempo. La ferita è ormai purulenta e l’infezione non si placa con un blando antibiotico: tenete presente che Mario Draghi, negli scantinati del “transatlantico” BCE, ha stampato mille miliardi di euro per curare questa ferita che infetta le imprese e le famiglie italiane.

Le nostre banche, però, si sono mangiate tutto, al punto di intossicarsi di questa medicina di cartamoneta! Piuttosto che metterla in circolazione – questa cartamoneta – si sono provocati un’indigestione così grave che hanno messo in crisi tutti i 118 finanziari e pure legislativi del Paese. Hai voglia ad avere “la salute e le scarpe nuove”… in questa situazione sarebbe necessario rifacessimo a nuovo l’intero guardaroba; con l’accortezza che venga indossato da persone, questa volta, che abbiano “portamento” morale!

Angelo Santoro

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento