venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Contraffazione. Serve una legge per il Made in Italy
Pubblicato il 03-03-2016


contraffazioneL’Aula della Camera ha approvato la relazione della Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo che impegna il Governo su possibili proposte normative in materia penale. Nel documento messo a punto dalla maggioranza si segnalano anche i comportamenti criminosi che non si limitano solamente alla classica contraffazione dei beni protetti dalle norme sulla proprietà intellettuale, ma che sfruttano fraudolentemente la notorietà acquisita da alcuni Paesi, attraverso il fenomeno del cosiddetto ‘italian sounding’.

La lotta alla contraffazione riguarda infatti soprattutto la difesa del Made in Italy, pregiudicato soprattutto dopo i continui scontri a livello comunitario. Si tratta poi di un danno economico per il nostro Paese: secondo i dati del Mise il fatturato di beni contraffatti in Italia è pari a 6 miliardi e 535 milioni di euro sottraendo alle casse dello Stato 17 miliardi 773 milioni di produzione, 6 miliardi 400 milioni di valore aggiunto, 5 miliardi 280 milioni di entrate erariali, 105 mila unità di lavoro pari circa allo 0,44 per cento dell’occupazione complessiva nazionale. Ancor più grave risulta l’imitazione dei prodotti agroalimentari che ha un fatturato di 60 miliardi di euro l’anno, fenomeno che dal 2001 al 2010 è aumentato del 180%. Senza dimenticare il danno alla salute che comporta questo tipo di contraffazione.
La Commissione parlamentare d’inchiesta sui fenomeni della contraffazione ha messo infatti tra i suoi prossimi obiettivi la tutela della produzione dell’olio d’oliva.

“La posizione dell’Italia sui mercati globali è costantemente insidiata da prodotti che richiamano le nostre eccellenze, che le copiano, pregiudicando così sia i nostri livelli di esportazione, che il diritto dei cittadini ad acquistare prodotti di qualità. Sulla contraffazione sono necessarie misure efficaci, tanto più se si pensa che dietro ai prodotti falsificati vi sono in tutto il mondo organizzazioni criminali”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso delle dichiarazioni di voto sulla relazione concernente possibili proposte normative in tema di falsificazione redatta dalla commissione di Inchiesta sulla Contraffazione della Camera, della quale il parlamentare socialista è membro.

“Occorre dunque un coordinamento delle diverse misure anti-frode – prosegue – sia a livello internazionale che comunitario. Sarà poi necessario promuovere un diverso approccio culturale dei consumatori, più attento nei confronti del mercato. E nel perseguimento di questi obiettivi l’Italia dovrà essere protagonista”.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento