giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Banchieri e “derivati”
altro che Mago Otelma
Pubblicato il 09-03-2016


derivati soldi borsa

L’emozione è uno stato d’animo primordiale a cui medici, psicologi, alchimisti, streghe e stregoni hanno dato le interpretazioni più stravaganti, a seconda di quante salsicce lasciavi sul tavolo. Lo sciamano, mentre con occhio esperto valutava la freschezza dell’insaccato, sentiva il profumo della grigliata e assecondava in maniera sbrigativa le tue richieste d’amore. Ma l’amore vale due metri di salsicce? Direi di sì, perché è nella semplicità delle cose che si misura il “sapore” della verità, quella verità che per anni ci è stata spiegata sul lettino dello psicologo a suon di furgoni di salsicce…altro che i due metri richiesti da mago Otelma! Il mago Otelma, in questa storia, non è altro che la rappresentazione del faccione buono dell’impiegato dell’istituto di credito in odore di essere elevato a ruolo di banchiere “derivato” che, deriva oggi, deriva domani, si guadagna la scorta di salsicce che gli occorrono per pagare il biglietto d’ingresso nel centro di comando di quella nave che si chiama banca.

Gli ufficiali in plancia, rimasti fedeli a “Schettino”, per un po’ lo fanno sentire impacciato, inappropriato. Facendogli intendere di portarsi dietro l’odore delle spezie che danno sapore alle salsicce – pepe, peperoncino, aglio e favaglio -, lo tengono in disparte, vicino alla finestra. In questo modo, pensano di stemperare l’aggressività con cui aveva svolto il proficuo lavoro di “derivato”, che non poteva eseguire se non ricorrendo a rozze maniere e volgari modi di fare. Per cambiare d’abito, ora deve ascoltare, imparare a muoversi in maniera diversa, con maggior discrezione e un bon-ton decisamente più elegante. Deve, in altre parole, dimenticare le parole d’ordine profuse nei bassifondi degli ultimi. Lì, in quei bassifondi dimenticati dalle élite, hanno cominciato ad accarezzare il sogno di poggiare il deretano nella poltrona di pelle umana, la stessa dove sedeva il Mega Direttore Galattico di Ugo Fantozzi, alias Paolo Villaggio. Finalmente in plancia, il novello “parvenu” banchiere ha l’occasione di chiedere ai decani il significato della parola “derivato”. Dal ponte di comando c’è un momento di smarrimento, non si aspettavano di dover rispondere a qualcosa che non conoscono neanche loro. Superato l’imbarazzo iniziale, ecco subito affievolirsi la tensione col diffondersi di una risata liberatoria per lo scampato pericolo connesso a una risposta evasiva.

Ora sì che si è liberi di godersi in pace un titolo che “deriva” direttamente dai peggiori e meschini intrighi di palazzo! Un titolo che non può non essere super segreto, per cui occorre mostrare una riservatezza, da compensare con i galloni di banchiere “derivato”. E le salsicce? Ah sì, quelle le mangiano!

 Angelo Santoro

 

 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento