sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

«Partiti pigliatutto e con valori deboli» Nevola intervistato da Chiara Bert su Trentino
Pubblicato il 22-03-2016


«Partiti pigliatutto e con valori deboli»
L’analisi del politologo Nevola dopo il caso Pedergnana: «Pericoloso selezionare i vertici in base alla fedeltà al leader»
Intervista di Chiara Bert su Trentino di martedì 22 marzo 2016

«I partiti si sono svuotati, sono diventati macchine elettorali che cercano di prendere tutti o dappertutto. Sono organizzazioni leggere, con riferimenti identitari e ideologici fragili, dove è tramontata la militanza». Gaspare Nevola, ordinario di Scienza politica all’Università di Trento, riflette sul tema della selezione della classe dirigente dopo il «caso Pedergnana», il neopresidente del Patt costretto a dimettersi dopo la pubblicazione di alcune sue foto in cui baciava il santino del duce e faceva il saluto romano.

Professor Nevola, i vertici del Patt hanno liquidato l’accaduto come una goliardata. Qual è il suo giudizio?
I leader politici dovrebbero avere consapevolezza del significato dei loro gesti e assumersene la responsabilità. Non possono giocare impunemente come studentelli con simboli e prese di posizione: hanno un ruolo pubblico, politico ed educativo, e devono dare conto di cosa fanno e del perché lo fanno. Le dimissioni di Pedergnana sono il minimo dovuto. Al fondo c’è un
problema di cultura politica. Negli ultimi vent’anni è saltato quel patto di identità democratica che era il patto costituzionale: i partiti si riconoscevano tra loro e condividevano alcuni valori essenziali, primo tra tutti l’antifascismo. Oggi il vuoto di culture politiche produce atteggiamenti
disinvolti che arrivano a ripescare ancoraggi di memorie sopravvissute, spesso senza piena cognizione di cosa rappresentano e senza rispetto per
la memoria condivisa.

Continua a leggere

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento