martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

SERIE A. Juve senza freni
ma il Napoli non molla
Pubblicato il 14-03-2016


I bianconeri di Allegri non si fanno distrarre dall’impegno di Champions League contro il Bayern Monaco e battono 1-0 il Sassuolo grazie a una perla di Dybala: è la vittoria numero 18 nelle ultime 19 partite. I partenopei di Sarri espugnano il Barbera per 1-0 (rigore del solito Higuain) e restano a -3 dalla Vecchia Signora. Ottavo successo consecutivo per la Roma, il Milan saluta la Champions e in zona salvezza torna a sperare il Carpi.

Gianluigi Buffon

Gianluigi Buffon

BUFFON A UN PASSO DAL RECORD – Dunque cambia poco nella zona alta della classifica dopo le vittorie di Juventus e Napoli. La squadra di Allegri resta così a +3 su quella di Sarri a 9 giornate dalla fine: è impressionante la marcia dei bianconeri che, tolto lo 0-0 a Bologna di tre settimane fa, hanno vinto un girone interno. Immenso Buffon: 10 gare consecutive senza subire gol, precisamente 926 minuti, ne mancano appena 3 per eguagliare il primato assoluto di Sebastiano Rossi (929’ nella stagione ’93-94 con la maglia del Milan). I giochi per lo scudetto restano però apertissimi grazie alla vittoria in trasferta del Napoli per 1-0 a Palermo. Chi poteva segnare? Il solito Higuain, decisivo dal dischetto, che realizza così il suo 27esimo gol in 29 partite.

ROMA, MANI SULLA CHAMPIONS – Se la lotta scudetto durerà probabilmente fino alla fine, l’esito della battaglia per il terzo posto sembra nettamente più scontato. La Roma infatti, grazie al 2-1 in casa dell’Udinese, ottiene l’ottavo successo consecutivo, allungando a +5 su Fiorentina e Inter. Spalletti ha dato la svolta ai giallorossi e nella Capitale parecchi ritengono che, se fosse stato chiamato prima, la squadra avrebbe potuto lottare per il titolo. Sarà importante, forse decisivo, il prossimo incontro tra Roma e Inter, in programma sabato prossimo all’Olimpico: per i nerazzurri di Mancini è l’ultima chiamata. Intanto però Handanovic e compagni battono 2-1 a San Siro un buon Bologna e agganciano in classifica la Fiorentina, beffata 1-1 in casa dall’Hellas Verona.

MILAN, FINE DEI SOGNI – Due trasferte che vanificano due ottimi mesi. Il Milan, una delle squadre migliori del 2016 (anche se il risveglio è stato tardivo), dopo la sconfitta per 2-0 in casa del Sassuolo, pareggia 0-0 al Bentegodi contro il Chievo: nessun gol, un solo punto e addio alle speranze Champions. I rossoneri sono in finale di Coppa Italia, ma anche un eventuale successo rischia di non salvare la panchina di Mihajlovic, il cui feeling con Berlusconi non è mai scattato. Bel successo in rimonta per il Genoa che, sotto 0-2 a Marassi contro il Torino, vince 3-2 con la doppietta su rigore dell’ex Cerci e la rete decisiva di Luca Rigoni. Sorride anche la Sampdoria per il pareggio 1-1 a Empoli: la situazione in classifica delle due squadre liguri è decisamente meno preoccupante rispetto a qualche settimana fa.

SALVEZZA, TORNA IN CORSA IL CARPI – Sarà un rush finale di campionato bollente in zona salvezza. Se le speranze del Verona sembrano minime, il Carpi torna in piena corsa grazie al 2-1 casalingo contro il Frosinone. Ora gli emiliani di Castori sono a -1 dai ciociari e -2 dal Palermo. Se i giochi sono riaperti è per colpa della crisi proprio dei siciliani e del crollo dell’Atalanta, sconfitta 2-0 dalla Lazio (doppietta di Klose) e senza vittorie da 14 partite.
Francesco Carci

LA CLASSIFICA – Questa la classifica dopo la 29esima giornata

  1. Juventus 67
  2. Napoli 64
  3. Roma 59
  4. Fiorentina 54
  5. Inter 54
  6. Milan 48
  7. Sassuolo 44
  8. Lazio 41
  9. Bologna 36
  10. Chievo 35
  11. Empoli 35
  12. Genoa 34
  13. Torino 33
  14. Sampdoria 32
  15. Atalanta 30
  16. Udinese 30
  17. Palermo 27
  18. Frosinone 26
  19. Carpi 25
  20. Hellas Verona 19

 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento