sabato, 23 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Spagna. Nencini: “Perso un pezzo dell’Italia migliore”
Pubblicato il 21-03-2016


13 students dead in Spanish bus crash

“E’ un giorno profondamente triste. Abbiamo perso un pezzo dell’Italia migliore. Un abbraccio ai parenti delle nostre giovani ragazze. Il Psi si stringe attorno al loro dolore.”
Lo ha detto il Segretario del Psi, Riccardo Nencini appresa la notizia della morte di sette studentesse italiane. In tutto sono 13 i morti nell’incidente stradale che ha coinvolto un autobus su cui viaggiavano 57 studenti Erasmus assegnati a Barcellona, di 22 nazionalità diverse. L’autista dell’autobus è indagato per omicidio plurimo per ‘imprudenza’: “Mi dispiace mi sono addormentato” ha detto ammettendo la sua responsabilità. L’uomo, risultato negativo ai test alcolemici e per le droghe, è stato incriminato per omicidio colposo plurimo.

Lo schianto del bus è avvenuto sull’autostrada che collega Valencia a Barcellona. È stato il ministro dell’interno catalano Jordi Jane a fornire le nazionalità di tutte le ragazze morte. Oltre alle sette italiane ci sono anche due tedesche, una romena, una uzbeka, una francese e una austriaca. Nell’incidente sono rimaste ferite 34 persone tra cui cinque italiani.

Il premier, Matteo Renzi, che ha rimandato la direzione del proprio partito prevista per lunedì pomeriggio, e si è recato in Catalogna, per incontrare i familiari delle sette giovani italiane. Il presidente regionale della Catalogna, Carles Puigdemont, lo ha accolto all’aeroporto, da dove i due sono partiti alla volta di Tortosa, distante una novantina di chilometri. Secondo una nota della Generalitat di Catalogna, i due visiteranno insieme il centro operativo installato a Tortosa e gli ospedali in cui sono ricoverati i feriti (dei quattro italiani, una paio sono in condizioni più critiche). Le salme si trovano nell’obitorio dell’ospedale di Tortosa mentre nella foresteria di El Parador, sempre a Tortosa, sono stati accolti i famigliari delle vittime. La Generalitat catalana ha precisato che si tratta di una “visita privata” del premier italiano.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento