giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Disabilità. I #Social migliorano l’accessibilità
Pubblicato il 06-04-2016


social-networkIn un’Italia che ha appena celebrato la giornata nazionale della disabilità, cercando di cancellare l’invisibilità di cittadini troppo spesso relegati ai margini della società civile, #Twitter migliora l’accessibilità, introducendo una funzione descrittiva delle foto postate. I dispositivi utilizzati dagli ipovedenti, comunemente definiti “screen reader”, riescono così a leggere ad alta voce i testi scritti, come pure le interpretazioni delle pic. Un bel passo avanti, in un mondo sempre più social, dove nessuno vuole sottrarsi al disordine vitale della nuvola.

Un modo per accostare follower al microblog che cinguetta, ma che lo avvicina sempre di più a Facebook. Perché, si sa, i navigatori del web sono sempre più attratti dai contenuti multimediali, in particolare dai video. Tanto che Instagram ha allungato fino a 60 secondi la durata dei filmati che si possono pubblicare on line.

Facebook, che possiede il social delle foto, sta puntando molto sui videoclip, aprendo anche alle dirette streaming, tanto che la produzione di movie casarecci si aggira intorno a 100 milioni di ore al giorno. Un mezzo in più, per sovraesporsi, autopromovendosi o distruggendo se stessi. O, più semplicemente, per raccontarsi.

Alessia Chinellato

Alessia Chinellato

Alessia Chinellato

Giornalista e #blogger, studio le ricadute che i #social network hanno sulla vita dell'uomo medio. Come lo aiutano, quanto lo illudono. Perché una marea di connessioni talvolta equivale al deserto relazionale. Nella prossima vita sarò The Hammer. Su Twitter @alechinellato

More Posts

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. La prima parte dell’articolo è un inno alla forza dell’innovazione e alla sua spesso poco considerata capacità di inclusione. Nella seconda si torna a presentare la triste? normale? inevitabile? realtà di esibizionismo dei social. Ma forse è pure questo un simbolo di progresso, che a questa tendenza di mostrarsi possano aderire anche persone fino adora escluse perché la tecnologia non aveva ancora saputo rispondere ai loro bisogni.

Lascia un commento