sabato, 10 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il Santa Cecilia presenta Voci Italiane e Pappano all’Auditorium
Pubblicato il 04-04-2016


Ensemble Voci Italiana

Voci Italiane

Con una capitale in fermento per vedere luoghi e palazzi privati comunemente invisitabili, ieri l’Accademia di Santa Cecilia ha presentato al pubblico alle undici, all’Auditorium Parco della Musica con un’introduzione all’ascolto del maestro Ciro Visco, il concerto Viaggio a Napoli interpretato dall’ensemble Voci Italiane costituita da cantanti del coro ceciliano. Un recital canoro tutto napoletano, con le più belle canzoni che hanno segnato un’epoca e il destino musicale della città partenopea. Compositori  di opere come Donizzetti, Mercadante, Ricci, Paisiello, Rossini ed altri  giungono a Napoli e “non possono non essere sedotti e influenzati – annotazioni di Visco – da feste  come quelle di Piedigrotta, piene di ritmo, canti e strumenti particolari e dalla stessa lingua napoletana, tramite diretto con il cuore e l’anima del popolo”.

Voci Italiane nasce nel 1995 con giovani cantanti impegnati nella prestigiosa Accademia leonina per l’iniziativa di Massimo Iannone, che negli anni ha prestato particolare attenzione al repertorio tradizionale partenopeo.

Alla ribalta: Maura Menghini, Patrizia Roberti, Mascia Carrera (soprani): Antonella Caruso (mezzosoprano); Flavia Caniglia (contralto); Massimo Iannone, Massimo Tonsini (tenori); Renato Vielmi (baritono); Paolo Tagliapietra (pianoforte).

Alle dodici in punto il via alla performance musicale che nulla ha tolto a queste voci coralmente ben tessute e preparate nel più significativo repertorio della migliore napoletaneità, con qualche segno di inevitabile maturazione che il tempo, dopo venti anni di successi,  ha regalato a questi artisti impreziosendo maggiormente i loro concerti. Al termine applausi e ripetuti bis hanno suggellato un successo ampiamente scontato.

Questa sera alle venti e trenta, Sala Santa Cecilia, ultima replica di Pappano: si cimenta con due importanti composizioni del repertorio russo e una pagina di un autore italiano contemporaneo.

Antonio Pappano

Antonio Pappano

Il maestro dirige L’aurora del giovane compositore umbro Riccardo Panfili, in prima esecuzione nei concerti dell’Accademia, la Sinfonia di Salmi di Stravinskij (dove il termine Sinfonia si riferisce all’unione armonica di suoni e canti) dedicata “alla gloria di Dio” e la Quinta Sinfonia di Čajkovskij: un classico del quale non si finisce mai di ammirare la felicità delle idee melodiche,  lo splendore dell’orchestrazione, l’eleganza delle frasi.

È costume nei programmi della Fondazione musicale romana di far conoscere  un giovane emergente vicino alle colonne del passato, quasi a continuazione di  culture e stili musicali che non debbono disperdersi ma intrecciarsi nel ricambio generazionale.

Il compositore Panfili  è nato a Terni nel 1979. Diplomato in pianoforte con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore con Elio Maestosi, sotto la guida di Ivan Vandor ha poi conseguito il diploma di composizione con il massimo dei voti e la lode. In seguito si è perfezionato con Azio Corghi all’Accademia Chigiana di Siena, all’Accademia Romanini di Brescia e all’Accademia Filarmonica di Bologna.

Nel 2006 è risultato vincitore del Primo premio del Concorso Internazionale di Composizione “Santa Cecilia” di Roma, con il brano per orchestra Danzario, che è stato eseguito, in prima mondiale, il 7 febbraio 2009 all’Auditorium Parco della Musica di Roma dall’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Antonio Pappano, e poi eseguito in tournée al Festival di Musica delle Canarie.

Conosciamo la scrupolosità del maestro sul podio e le garanzie  offerte per questo talento che il pubblico potrà apprezzare ed applaudire: noi lo faremo questa sera.

Guerrino Mattei

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento