venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Libia. Gentiloni a Tripoli
per il sostegno a Sarraj
Pubblicato il 12-04-2016


gentiloni e sarrajVisita a sorpresa del Ministro Paolo Gentiloni che è arrivato a Tripoli per incontrare il premier libico designato Fayez al Sarraj e manifestare così l’appoggio italiano al Governo di unità nazionale. “Il nostro incontro ha posto le basi per diversi filoni di collaborazione bilaterale per alcuni aspetti legati alla sicurezza e al tema dell’immigrazione”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, nel corso di una conferenza stampa congiunta a Tripoli con il premier libico. Si tratta della prima visita ufficiale di un alto responsabile governativo straniero nella capitale libica dopo l’insediamento del Consiglio presidenziale.

Il titolare della Farnesina è stato accolto all’aeroporto Mitiga della capitale dal vice premier del governo di unità nazionale sponsorizzato dalle Nazioni Unite, Ahmed Maitig. Il ministro italiano ha annunciato che l’Italia ha fatto arrivare oggi in Libia aiuti umanitari con un C-130 ed ha fatto sapere che “altri aiuti” saranno destinati presto a Bengasi.  La città, la seconda più grande del Paese, dal 2014 è teatro di scontri tra le milizie alleate al Parlamento di Tobruk, sotto il comando del capo dell’esercito regolare, Khalifa Hafter, e le milizie fedeli al governo uscente di Tripoli.

“Il messaggio principale che l’Italia ha voluto dare al Consiglio presidenziale libico è un messaggio di appoggio sul piano politico, sul piano umanitario e sul piano economico”, ha detto durante la conferenza stampa congiunta tenuta con Matig.

I ministri degli Interni dei due paesi collaboreranno per lanciare un programma coordinato di lotta contro l’immigrazione illegale, ha dichiarato annunciando la visita in Italia dei ministri libici della Salute e dei Trasporti nei prossimi giorni. “Sarà un’occasione per aprire lo spazio aereo della Libia e trattare la situazione sanitaria del Paese”, ha aggiunto Gentiloni. Gentiloni ha sottolineato inoltre la necessità di districare la situazione politica e di fare in modo che il governo di unità nominato dal Consiglio presidenziale siano riconosciuto e legittimato. “Questa visita è un primo passo verso il consolidamento di un governo di unità nazionale e sarà seguito da altri”, ha concluso Gentiloni. Nel frattempo circolano voci che Al-Sarraj sarebbe intenzionato a venire in visita in Italia a maggio.

Liberato Ricciardi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento