sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Manfredi Villani:
Il Congresso e i termovalorizzatori
Pubblicato il 06-04-2016


Il documento congressuale della “Sinistra Socialista” con primi firmatari Marco Andreini, Mario Michele Pascale ed Enrico Ricciuto, avente titolo: Ripartire dallo spirito di Venezia; mi stava piacendo leggendolo. Però il capitolo: L’Ambiente… mi ha fatto desistere.
L’ultimo capitolo ambientalistico di quel documento il quale recita  “Proponiamo che il nostro Partito si batta per l’eliminazione dei termovalorizzatori previsti dal governo, a tutela della salute dei cittadini” è inproponibile. Tale illazione che a me risulta errata evidenzia che tutti i 20 sottoscrittori del suddetto documento, nonchè quelli che vi hanno aderito alla data del 7 marzo 2016 (da Paola Patrignani a Maria Adele Berti) non hanno mai letto i numerosi articoli pubblicati dal nostro Avantionline e tanto meno l’Avanti! della domenica circa l’argomento Termovalorizzatori ed emergenza rifiuti. Mi ritengo obbligato, da estensore di quegli articoli professionali, a ribadire che i Termovalorizzatori dei RSU sono infrastrutture tecnologiche complesse e costose (dai 350 ai 550 milioni di Euro cadauno) per la valorizzazione dei rifiuti indifferenziati con produzione di energia elettrica e termica utili alla collettività. Producono   benefici economici di 70 euro per tonnellata di RSU trattati. Sono dotati di sistemi di filtraggio dei fumi di combustione di notevoli caratteristiche operative tramite filtri a manica capaci di trattenere le polveri e le fuliggini assimilabili sia alle PM10 che ai PM2. In atmosfera viene immesso un residuo praticamente pulito,certamente più pulito del classico smog stradale, sicuramente privo di diossina e non generano cancro. L’evacuato dai camini avviene previo controllo automatico ed umano in tempo reale di tutte le particelle residuali della combustione.Ciò avviene nel pieno e responsabile rispetto delle norme europee e nazionali oltre a costituire la base obbligatoria per la concessione dell’autorizzazione VIA indispensabile all’attivazione del Termovalorizzatore.
Suggerisco almeno la lettura del recente articolo dell’Avantionline pubblicato il 30-12-2015 con titolo: Ecoreati.Gli inceneritori rifiuti e la Legge n°68/2015.
Manfredi Villani

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento