martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Torino. Dal Psi sostegno alla candidatura di Piero Fassino
Pubblicato il 05-04-2016


“A seguito di notizie pubblicate nei giorni scorsi su quotidiani locali dell’area di centro-destra, circa l’appoggio di fantomatici socialisti a sostegno della candidatura di Roberto Rosso a Sindaco del Comune di Torino, a nome del Psi, Federazione Regionale del Piemonte e Federazione dell’Area Metropolitana di Torino, smentisco nella maniera più ferma e chiara tali affermazioni”. Così ha dichiarato il senatore Enrico Buemi, Segretario Regionale del Piemonte e membro della Segreteria nazionale del Psi, in accordo con Guerrino Macori, Segretario dell’Area Metropolitana di Torino, il senatore Eugenio Bozzello, Presidente del Consiglio Direttivo del Psi dell’Area Metropolitana di Torino e Roberto Nebiolo, Responsabile Enti locali-Segreteria Regionale Psi.

“Ribadisco, al contrario, il convinto sostegno alla candidatura a Sindaco di Torino di Piero Fassino e comunico che la presenza dei candidati socialisti nella lista del Pd e collegate è frutto del patto federativo tra Pd e Psi, sottoscritto a suo tempo con l’allora segretario On. Pier Luigi Bersani e confermato dall’attuale segretario Matteo Renzi, oltre che alla comune appartenenza dei due partiti al Pse”, ha continuato Buemi.

“Alle elezioni Amministrative a Torino, il Psi, quindi, sarà presente con propri candidati nelle liste del Pd, in Città e nelle Circoscrizioni municipali, e sempre in liste Pd o della coalizione di centro-sinistra nei Comuni che andranno al voto a primavera”, ha spiegato Buemi. “Il sostegno a Piero Fassino non deriva soltanto dalla vigenza dell’accordo politico-elettorale, confermato non solo a livello nazionale ma anche in Piemonte e a Torino, ma dalla positiva valutazione, dall’impegnativo lavoro per la città del sindaco Fassino e della coalizione e dai risultati raggiunti nel mantenere e promuovere efficienza, buona amministrazione e sviluppo positivo della Città, nonostante la non facile situazione economica generale, sia nazionale che locale”, ha concluso.

 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento