martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

I sogni tra scienza, psiche e credenze popolari
Pubblicato il 31-05-2016


sognoSognare è uno dei tanti modi per esprimere le proprie emozioni, le paure, le aspettative. I sogni sono delle pagine aperte su quello che vorremmo realizzare e su ciò che più ci spaventa, per questo la scoperta del loro significato può influire molto sulla conoscenza e sulla consapevolezza del nostro stato emotivo. L’interpretazione dei sogni è un desiderio che da sempre l’uomo porta con sé, in maniera del tutto innata, e questo spiega in parte il successo della smorfia napoletana che aiuta a svelare il significato dei sogni: in questa pagina di approfondimento su Donnad trovi alcune interpretazioni dei sogni più frequenti e comuni, vi tornerà molto utile per capire cosa significa veramente quello che sogniamo, anche dal punto di vista della psiche.

La famosa Smorfia ha radici molto antiche, se ne ritrovano tracce addirittura nella civiltà greca, quando si tentava di trovare dei legami tra il contenuto dei sogni e i messaggi ultraterreni. Secondo alcune teorie le origini della Smorfia sono da correlare alla Cabala ebraica, che individua un significato dietro ogni segno o parola. Difatti la Smorfia è una sorta di dizionario dei sogni, che fornisce un’interpretazione per ogni persona o situazione e associa un numero del lotto da poter giocare. Ad esempio secondo il codice della Smorfia, che i napoletani venerano da sempre, i numeri che i defunti svelano in sogno garantiscono vincita sicura.

Parte del fascino che circonda il mondo dei sogni deriva dalla consapevolezza che il cervello è attivo durante il sonno. La scienza, infatti, ha fatto luce su uno dei dubbi che più ha assillato gli uomini per lungo tempo rispetto al tema dei sogni, vale a dire Sogno o son desto? Ebbene, secondo un gruppo di ricercatori, durante il sonno la corteccia motoria, ovvero quella parte che coordina i movimenti, è attiva proprio come se il corpo stesse facendo dei movimenti volontari.

Sul significato dei sogni vi sono moltissime teorie e personaggi illustri della psicanalisi, come Jung e Freud, ci hanno lasciato degli studi che ancora oggi sono punto di riferimento per l’interpretazione della dimensione onirica.
Pur essendo partiti da posizione abbastanza simili, Freud e Jung hanno elaborato due teorie sui sogni molto diverse tra loro. Gli studi di Jung derivano dal suo interesse da quello che i sogni possono dire sul funzionamento della psiche. Egli riteneva che il sogno debba essere tradotto attraverso i simboli che sono propri di una determinata cultura o persona.

Secondo Jung, attraverso il sogno si può instaurare un dialogo con la propria coscienza e il sogno porta con sé dei simboli che corrispondono a dei significati plausibili. Al contrario, Freud affermava che i sogni portano dei segni, il cui significato si può decodificare a priori e molto spesso è correlato a desideri e impulsi sessuali.

Attraverso una sorta di inventario dei sogni più ricorrenti, Jung fece una classificazione dei sogni, distinguendoli tra tipici, piccoli e grandi. All’interno di essi vi sono spesso delle figure mitologiche ed universali che possono arricchire l’analisi dei sogni. Ancora oggi molti studi continuano a susseguirsi sul mondo onirico per cercare di decodificare il suo linguaggio misterioso e così affascinante.

La ricercatrice Lauri Quinn Loewenberg ha cercato di trovare una risposta ai sogni più comuni. Dalla sua analisi si apprende che l’azione di scappare può essere legata a qualcosa che si sta cercando di evitare nella vita reale oppure può semplicemente indicare il desiderio di raggiungere un determinato obiettivo. A molti sarà capitato di sognare di inciampare mentre si cammina e questo sogno spesso sottintende la consapevolezza di aver commesso un errore nella vita. Anche la guida folle di un’auto senza più controllo ha a che fare con qualcosa o qualcuno che nella vita reale ci sta sfuggendo totalmente di mano. Insomma ogni sogno ci parla di qualcosa di noi e del nostro stato emotivo attuale, dandoci la possibilità di far luce anche sui nostri lati più nascosti.

Elisa Leuteri

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento