venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Intervento di Pia Locatelli nel dibattito sul ddl sulle Unioni Civili
Pubblicato il 10-05-2016


“Ci sono alcuni aspetti del testo che ci arriva dal Senato che vanno apprezzati, ma va apprezzato soprattutto il fatto che, finalmente, si conclude un iter legislativo. Un passo avanti certo, ma ve ne sono molti da compiere”. “In primis: io credo che non possiamo non essere tutti d’accordo, almeno noi che abbiamo una cultura europea, che le persone non possono essere discriminate sulla base del loro orientamento sessuale Ad esempio è stato cancellato il riferimento alle famiglie, vi è solo al comma 11, perché le persone con identità e orientamento sessuale ‘diverso’, non hanno diritto a chiamarsi famiglia. Non va bene. ”

Un altro indice di questa considerazione di inferiorità nei confronti delle coppie omo è la cancellazione dell’obbligo di fedeltà. Ho dapprima pensato che l’introduzione di questo articolo fosse una sorta di sberleffo, invece è qualcosa di più profondo, la manifestazione di un atteggiamento discriminatorio che sottolinea che l’amore tra persone dello stesso sesso non ha la stessa profondità che c’è o può esserci tra persone di sesso diverso.

Ed infine lo stralcio della stepchild adoption. E’ stato detto che si stralcia questo articolo perché il tema dell’adozione andrà affrontato nella sua complessità per regolare la materia in modo organico. Mi auguro sia così. Ma facciamolo, facciamolo presto perché se davvero ci sta a cuore l’interesse dei e delle minori, non possiamo non pensare che se questi minori dovessero perdere il genitore biologico, con questa legislazione perderebbero non uno ma entrambe le persone con le quali vivono e dalle quali sono amate. E questo è in contraddizione con l’interesse del minore che sbandieriamo”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento