mercoledì, 14 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

L’acqua
e le sue declinazioni
nell’arte di Paola Casalino
Pubblicato il 19-05-2016


Dare alla luceAcqua. Che culla l’umanità, che nutre i visceri della Terra. Che accoglie, protegge, disseta. E al tempo stesso distrugge, sprovvista di pietà. Con la stessa forza, con la stessa incontenibile energia E’ intuitiva e passionale, ma non priva di una profonda riflessione sui nostri tempi, l’ispirazione che ha dato vita alla personale di Paola Casalino in programma alla Città dell’Altra Economia, a Testaccio, dal 19 al 26 maggio 2016.

Lo sguardo dell’artista si trasforma in colore, senza fratture. L’emozione diviene gestualità improvvisa, incessante, prorompente. L’olio denso sulla tela contamina il bianco, colmo di inappropriata purezza: non può tacere, non può nascondersi. acquaE’ il respiro che manca, soffocato dal mare nemico, mentre si fugge dalla propria casa e da una guerra non scelta, non capita, non veramente combattuta. E’ il calore, spoglio, che segna il viso e l’anima. Acqua. Che uccide, che si nega. Che sorprende nel sonno con la sua disperata devastazione. Ma anche che chiede aiuto, dagli abissi. Inascoltata dall’uomo che non riesce e non vuole e non sa più ascoltare. Il blu si fonde con il nero, si perde in un rosso inatteso. Ed ecco il liquido della nascita ridare senso al dolore, custodendo in silenzio ciò che ci sfugge.

L’eternità?

Regina Picozzi

“Acqua”

Città dell’Altra Economia – Largo Don Frisullo, Roma

Vernissage – giovedì 19 maggio . dalle 18.30 alle 23

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento