lunedì, 5 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Lavoro. Mattarella: No, all’uso improprio dei voucher
Pubblicato il 27-05-2016


Immigrati-lavoro

Sul lavoro scende in campo Sergio Mattarella. Il Capo dello Stato ha inviato un messaggio di saluto alle Giornate del Lavoro della Cgil, cominciate venerdì a Lecce. Non è un gesto che Mattarella compie facilmente. Nei primi 16 mesi al Quirinale Mattarella ha scelto di essere parco nei messaggi e alcuni congressi di partito non hanno ricevuto il tradizionale saluto del Presidente della Repubblica.

Non così per la Cgil. Il messaggio è inequivoco: basta sfruttamento, illegalità e discriminazioni nel mondo del lavoro. Bisogna mettere fine al caporalato e all’utilizzo improprio dei voucher. Il ministro del Lavoro Poletti ha confermato che in Consiglio dei Ministri si sta ragionando proprio a una modifica dell’attuale sistema dei voucher. Susanna Camusso, leader della Cgil, è tranchant: “Piccole operazioni di maquillage non servono, il voucher va abolito, perché è una forma che si presta ad abusi. Abbiamo proposto un referendum in questo senso”.

   Nel messaggio alle Giornate del Lavoro della Cgil Mattarella scrive: “Lo sfruttamento, con l’odiosa pratica del caporalato, il lavoro sommerso, le elusioni e le illegalità, come l’utilizzo improprio dei voucher, le discriminazioni trovano ancora spazio nel nostro Paese”. “Celebriamo quest’anno i 70 anni della Repubblica Italiana: il suo radicamento nel lavoro è elemento essenziale per la realizzazione della personalità di ciascuno, per la sua libertà, per la sua autodeterminazione. È partecipazione alla crescita e allo sviluppo civile del Paese. È costruzione di coesione sociale. Il livello e la qualità del lavoro improntano il volto di una comunità, sono condizione per una cittadinanza piena. In uno scenario di ripresa caratterizzata ancora da incertezza è importante cogliere e mettere a frutto i primi, concreti segnali positivi. Sono ancora troppe le persone che non ne hanno beneficiato”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento