mercoledì, 7 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Pastorelli: allarme inquinamento acque in Veneto
Pubblicato il 03-05-2016


Roma, 3 maggio 2016 – “Dal luglio 2013, quando le autorità informarono i cittadini sulla presenza nelle falde acquifere del Veneto di sostanze altamente inquinanti, la situazione è completamente degenerata. Sarebbero ben 59 i comuni interessati dall’inquinamento delle acque e, secondo la Regione, più di 60 mila le persone contaminate nel cui sangue sono state rinvenute varie sostanze derivanti dall’inquinamento da Pfas (sostanze perfluoroalchiliche). Un vero e proprio allarme ambientale che tanto ricorda la terra dei fuochi”. Lo afferma in una nota Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera. “Al di là delle polemiche e delle reciproche accuse apparse negli ultimi giorni su alcuni organi di stampa in merito agli interventi da attuare – prosegue il parlamentare socialista – l’intento comune deve essere quello di eliminare immediatamente le cause di contaminazione ed intervenire in modo rapido sulle conseguenze derivanti da questa gravissima emergenza. Per questo ho presentato un’interrogazione ai ministeri dell’Ambiente e della Salute per sapere quali quali iniziative urgenti il Governo abbia intenzione di porre in essere, in collaborazione con la regione Veneto, con l’Istituto superiore di sanità e con tutti gli enti preposti alla tutela della salute dei cittadini veneti e al risanamento ambientale, al fine di scongiurare un nuovo e drammatico disastro”.

 

 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento