sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Mario Cardone:
A proposito del rientro capitali
Pubblicato il 02-05-2016


Capita spesso in Italia che la musica, con qualche nota variata, è la stessa anche se i suonatori sono diversi.
Sono anni che si parla del tesoro degli italiani, esportato illegalmente all’estero, in paradisi fiscali.
Ciclicamente sono stati inventati scudi fiscali, rientro agevolati di capitali ecc, il tutto condito da aspri scontri politici.
Il Prof. Tremonti all’epoca Ministro delle Finanze, ne fece quattro versioni, con impostazioni diverse, imposta sostitutiva in media del 5% sul valore del capitale rientrato, franchigia sul piano penale, nessuna sanzione amministrativa ed anonimato.
Anche il Governo in carica ne ha fatta una l’ha chiamata Voluntary Disclosure, versione molto elaborata, scaduta nel dicembre scorso e dai conti, si dice, che frutterà all’erario circa 4,5 miliardi di euro circa il 7 % dei totale dei capitali dichiarati.
Come si dice “piuttosto che niente meglio piuttosto”. Nessuno scandalo, anzi la cosa andava fatta, forse meno macchinosa e burocratica. Bisogna mettere un punto fermo e prioritario per il recupero dei capitali illecitamente esportati, specialmente quelli che originano dalla “criminalità globale”.
Uomini e mezzi vanno prioritariamente destinati alla battaglia principale e ciò, anche, per frenare i parossistici e facili assalti alle piccole attività, infatti su 497.150 controlli sostanziali consuntivati nel 2015 dall’Agenzia delle Entrate, ben 109.817 hanno inciso le piccole imprese ed autonomi. Nel mentre l’Agenzia delle Entrate ha attivato le procedure di controllo delle dichiarazioni presentate, stanno saltando fuori notizie circa una ipotesi di Voluntary Disclosure 2.
Nessuno dice niente, ma un giro c’è un dubbio : dopo che sono stati pubblicati i nomi delle persone fisiche e delle società che hanno un conto a Panama si ipotizza la versione 2 del rientro dei capitali?
Forse, noi umili peccatori laici, facciamo peccato ma aspettiamo di capire il parere da quelli che in occasioni simili hanno fatto il classico “bordello”.

Mario Cardone
Segretario Provinciale PSI Modena

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento