giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Mario Cardone:
A proposito del rientro dei capitali
Pubblicato il 23-05-2016


Da qualche mese si parla di una versione “ due “ del rientro dei capitali illecitamente esportati all’estero ed in paesi “ lista nera “ ..

La prima versione scaduta il 31 dicembre scorso frutterà circa 4,5 miliardi di euro e l’Agenzia delle Entrate ci sta ancora lavorando.

Non sono più chiacchiere, la versione due, è stata annunciata dal Presidente Renzi.

Noi la consideriamo sbagliata ed anche viziata dal sospetto di pressioni interessate da chi è rimasto imbrigliato nello scandalo “ Panama “.

In venti anni di seconda Repubblica sono state fatte ben cinque versioni di rientro dei capitali, due dell’era Renzi e tre da quella Berlusconi.

È cambiato il nome, ma lo sostanza è la stessa….., per noi , un pochino troppe, tenuto conto che sono entrati ed entrano capitali di tutti i tipi, compreso quelli da criminalità comune anche se le pie anime del PD sono votate al perdono ed con l’accettazione del pragmatismo borghese, “ pecunia non olet “

Senza indossare i “ candidi manti “ noi socialisti abbiamo pensato anche all’economia reale rappresentata da commercianti, artigiani e professionisti alle prese, in questi ultimi otto anni di crisi economica, con gli studi di settore, pratica reddituale “ virtuale “e nei fatti dimostratasi sbagliata ed anticostituzionale.

In questi ultimi tempi la politica ha opportunamente indicato all’Amministrazione Finanziaria la pratica della “collaborazione” con il contribuente, la “compliance”.

Buoni i risultati con circa 200.000 segnalazioni di anomalie a partire dagli studi di settore 2014.

Il problema ora, come segnalato da noi in passato anche recente, è rappresentato dalle annualità in scadenza fiscale (anno 2011) ed in fase di controllo da parte dell’Agenzia.

La soluzione da noi proposta è il blocco di verifiche ed accertamenti per gli anni 2011, 2012 e 2013 per dare modo ai contribuenti di sanare le anomalie , senza applicazione di sanzioni ed interessi.

Destinazione dei soldi incassati, calo dell’IRPEF da destinare alle famiglie ed ai pensionati!

Il Presidente Renzi ha dato il preavviso ad Equitalia, senza dire come avverrà il licenziamento e cosa faranno i circa 7.000 lavoratori, noi aggiungiamo che sarebbe buona cosa eliminare gli studi di settore.

Mario Cardone
Segretario Provinciale PSI Modena

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento