sabato, 10 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serie B, 10 arresti
per ‘calcioscommesse’
Pubblicato il 23-05-2016


Sono finite sotto inchiesta due partite del campionato di Serie B della stagione 2013/2014. I carabinieri di Napoli hanno arrestato 10 persone appartenenti al gruppo di camorra “Vanella Grassi” di Secondigliano. Tra gli indagati anche il calciatore Armando Izzo del Genoa, recentemente convocato in nazionale.

Armando Izzo

Armando Izzo

NAPOLI – L’ennesimo scandalo. Sembra ormai esserci la pessima abitudine di assistere, ogni estate, a uno ‘tsunami’ all’interno del mondo del calcio. E quando c’è del marcio, molto spesso ci sono le scommesse di mezzo. Lunedì mattina i carabinieri di Napoli hanno arrestato 10 persone appartenenti al gruppo di camorra “Vanella Grassi”, accusati di aver truccato due partite del campionato di serie B della stagione 2013/2014.

“DOBBIAMO MANGIARE 3 POLPETTE” – A incastrare queste persone c’è un’intercettazione nella quale si sente: “Dobbiamo mangiare tre polpette, abbiamo la pancia piena”, con chiaro riferimento alle gare da truccare. I match sotto inchiesta sarebbero Modena-Avellino del 17 marzo 2014 e Avellino-Reggina del 25 maggio: secondo la Dia di Napoli il risultato sarebbe stato manipolato e dunque ci sarebbe l’ipotesi di reato di frode sportiva.

ANCHE IZZO TRA GLI INDAGATI – Spunta anche il nome di Armando Izzo tra gli indagati. Il difensore, attualmente in forza al Genoa e convocato recentemente dal ct azzurro Antonio Conte per lo stage pre-Europeo della Nazionale, militava all’epoca all’Avellino ed è, insieme a Francesco Millesi e l’ex calciatore Luca Pini, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Per gli inquirenti, la “Vanella Grassi” si è avvicinato all’Avellino proprio tramite Izzo, che è nipote del fondatore del gruppo. Puntuale, è arrivata una nuova bufera sul calcio.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento