martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Verso lo sciopero generale. Pensionati protestano
Pubblicato il 19-05-2016


Sciopero pensionatiPensionati in piazza oggi a Roma per chiedere al Governo la rivalutazione delle pensioni, la parificazione fiscale con i lavoratori dipendenti e le detrazioni fino a 80 euro al mese esistenti per i redditi da lavoro più bassi. “Chiediamo – ha detto il numero uno della Spi Cgil Ivan Pedretti – la parificazione fiscale. Vogliamo pagare le tasse come i lavoratori dipendenti perché ora ne paghiamo di più” e tutti i sindacati sono concordi oggi nel dire che in assenza di risposte sulla modifica della legge Fornero sono pronti a convocare uno sciopero generale.

Se non ci saranno risposte alle richieste dei pensionati e a quelle delle confederazioni sulla modifica della legge Fornero sulla previdenza – ha detto la leader Cgil, Susanna Camusso – è “perfettamente ragionevole” pensare ad uno sciopero generale. Bisogna modificare la legge Fornero perchè è “profondamente ingiusta” – a ricordato, aggiungendo che “conviene al governo avere disponibilità a trovare una soluzione”.

Nelle trattative “si cerca di discutere e trovare una soluzione, ma se la soluzione non si trova non c’è altro da fare che lottare” gli ha fatto eco il numero uno della Uil, Carmelo Barbagallo. “Se dal governo non ci sono risposte – ha detto – lo sciopero è inevitabile. Lo sciopero è l’ultima cosa che bisogna fare, ma se è necessario bisogna farlo”. Della stessa idea anche il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan: “Si deve volere con forza una buona conclusione”. “Il 24 maggio – ha detto a margine della manifestazione dei pensionati – vado con questo spirito, ovvero che con il dialogo anche la peggiore legge pensionistica riusciamo a cambiarla. Prima di parlare di sciopero dobbiamo parlare di contenuti”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento