venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Alessio Caperna
Appello all’unità per Giachetti
Pubblicato il 09-06-2016


Immaginiamo un fatto. Potrebbe apparire un ragionamento da fanta-politica, ma ahimè i segni che vengono delineandosi sono abbastanza chiari, intelligibili.
Ipotizziamo le dimissioni di Renzi, si andrebbe quindi ad elezioni anticipate: Vincerebbero i populisti, le forze reazionarie, anti-europee, altersviluppiste, neo-teo pauperiste francescane (vi è tale possibilità) e sarebbe il Caos.
Le Forze reazionarie, identitarie, internettocratiche non vogliono lo Stadio Nuovo a Roma, non vogliono le Olimpiadi, ovvero non vogliono il lavoro e il progresso e lo sviluppo e la bellezza della civiltà Occidentale.
Si percepisce che è in agguato un anti-modernismo peggiore di quello della Chiesa del Concilio Vaticano I, si odono le voci lontanissime di Giordano Bruno, di Galileo Galilei, dei dolciniani, dei Catari e degli albigesi e dei templari e dei roghi delle streghe che ci avvisano di un presentimento che pure loro avevano pre-sentito prima di venire inquisiti e arsi (Galileo per fortuna non fu bruciato).
Uno Stato legalista legalitario invocato dai forcaioli porta allo spegnimento della ragione e del Diritto, porta alla estinzione della Scienza, porta a non vaccinare più i bambini, a non praticare più l’aborto, porta alla morte della Scienza, alla morte della libertà di ricerca scientifica, alla morte del pluralismo e della democrazia liberale.
Possiamo tranquillamente registrare che il pensiero gramsciano, fatto proprio per quanto riguarda l’egemonia, dai nihilisti populisti, è stato reso ancor più autoritario e antidemocratico con l’inserimento della internetcrazia, una sorta di agorà telematico etero diretto, ove un grigio-grigio coacervo di pifferai magici coagulano attorno a sé il da farsi che hanno deciso aristocraticamente. Ecco il loro laboratorio di autoritarismo verticale…
Invoco la creazione di un Polo Laico: Liberal-socialista libertario, radicale, riformista, democratico-popolare.
Iniziamo con il sostenere Roberto Giachetti e tutti i candidati del centro-sinistra nei ballottaggi.
È un primo passo.

Alessio Andrej Caperna

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento