domenica, 4 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Euro 2016. Ottimo esordio per l’Italia: 2-0 al Belgio
Pubblicato il 14-06-2016


giaccherini2

Emanuele Giaccherini

Vittoria sorprendente e convincente per gli azzurri di Conte: decisivi i gol di Giaccherini e Pellé. Tutti promossi, con la difesa che si conferma punto di forza. Spazzato in 90 minuti tutti lo scetticismo, ora si può sognare

LIONE – Buona la prima. L’Italia supera 2-0 il Belgio nel match d’esordio a Euro 2016, giocato lunedì sera a Lione. Decisive le reti, una per tempo, di Giaccherini al 32’ e di Pellè al 92’, che ha chiuso i giochi. Vittoria sofferta, ma non poteva essere altrimenti: il Belgio ha dimostrato di essere una grande squadra e l’uomo più pericoloso è stato Hazard, stella del Chelsea che sarà allenato il prossimo anno proprio da Conte. Ma la difesa (il blocco della Juventus) ha retto bene, anche quando, nelle bruciali ripartenze degli avversari, bisognava spendere dei falli tattici che sono costati il giallo (4 le ammonizioni per gli azzurri). Il gol che ha sbloccato la partita è nato da una perfetta combinazione Bonucci-Giaccherini: lancio al bacio (alla Pirlo si può dire) del difensore centrale per l’inserimento del folletto, pupillo del mister, che ha stoppato perfettamente e battuto Courtois in uscita. Abbiamo sofferto, è vero, ma non sono mancate le occasioni per chiudere la gara: proprio il portiere belga, nel secondo tempo, è stato decisivo con due grandi parate su Pellè e Immobile, entrato al posto di Eder. Ma in pieno recupero nulla ha potuto sulla micidiale girata del nostro centravanti, che ha sfruttato il grande assist di Candreva. Dunque ottimo esordio, che ha spazzato via gran parte dello scetticismo intorno agli azzurri. E come spesso succede, tutti sono saliti sul carro dei vincitori.

CONTE VERSIONE POMPIERE – ‘’Non abbiamo fatto ancora nulla’’. Dopo la gara, Conte è volato basso, cercando di restare con i piedi per terra e smorzando l’entusiasmo. Effettivamente l’impatto è stato più che positivo, ma attenzione a non sottovalutare le due prossime avversarie, Svezia e Irlanda, che hanno pareggiato 1-1 nella sfida delle 18, dimostrando di giocare un buon calcio. Giaccherini ha dedicato la rete al nonno da poco scomparso, mentre Bonucci (un gigante in difesa) non ha avuto paura di dire che questo è solo l’inizio. D’altronde, chi ben incomincia…

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento