domenica, 4 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Euro 2016. Pugno duro della Uefa contro la Russia
Pubblicato il 14-06-2016


uefaMonito preciso dai vertici dell’organizzazione del campionato europeo: in caso di nuovi incidenti da parte dei tifosi, la nazionale verrà spedita a casa. Lo stesso vale per l’Inghilterra dopo i durissimi incidenti di Marsiglia. I rispettivi governi invitano gli hooligans alla calma.

PARIGI – Ultimatum della Uefa: se i tifosi della Russia e dell’Inghilterra provocheranno altri disordini a Euro 2016, le due nazionali verranno squalificate dal torneo in pieno svolgimento in Francia. Per questo il ct e il capitano dell’Inghilterra, Roy Hodgson e Wayne Rooney, hanno invitato alla calma gli hooligans, in particolare quelli sprovvisti di biglietto. E il governo di Londra ha dato la propria disponibilità a mandare altre unità di polizia in Francia per evitare ulteriori incidenti. Anche dal Cremlino sono arrivate dichiarazioni simili, soprattutto dopo l’espulsione di 29 tifosi russi dalla Costa Azzurra (diretti a Lille) perché ritenuti una minaccia per l’ordine pubblico. Il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, ha pregato di “non reagire ad alcun tipo di provocazione e di rispettare le leggi del Paese in cui si trovano”. Intanto la federazione russa è stata multata di 150.000 per la carica dei loro ultrà alle tribune dello stadio Vélodrome di Marsiglia, riservate ai supporter inglesi. Se ci saranno nuovi episodi simili, dalla multa si passerà direttamente all’espulsione.

GLI SCONTRI A MARSIGLIA – Il caos è nato a Marsiglia, nella zona del porto vecchio, alla vigilia della partita appunto tra Inghilterra e Russia, terminata poi 1-1. Le due tifoserie sono entrato in contatto, provocando 35 feriti. Che nel sistema della sicurezza francese ci sia stata più di una falla non ci piove: da capire infatti come sia stato possibile che dalla zona riservata ai tifosi russi, durante la partita contro l’Inghilterra, sia potuto partire un razzo che fortunatamente non ha provocato gravi danni. Senza dimenticare la libera vendita di alcoolici anche nelle zone vicine agli stadi: ora è stato tutto bloccato, ma la scelta è arrivata fin troppo tardi. La preoccupazione della Uefa è tutta rivolte alle prossime partite: il 16 giugno alle 15 si disputerà infatti Inghilterra-Galles, match considerato ad alto rischio. Si giocherà a Lens, città non troppo distante da Lille, dove 24 ore prima è in programma Russia-Slovacchia. E proprio la vicinanza tra hooligans russi e inglesi (circa 40 km) ha messo dunque in agitazione la Uefa, che è stata chiara: in caso di nuovi incidenti, l’Europeo delle due squadre sarà finito. Uomo avvisato…

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento