martedì, 23 maggio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Francia, contro la Loi travail
chiusa anche la Torre Eiffel
Pubblicato il 29-06-2016


Scioperi Loi travail ParigiSono scesi ieri di nuovo in piazza i lavoratori francesi, in guerra contro la Loi Travail – conosciuta anche come Legge El Khomri, dal nome della ministra del lavoro Myriam El Khomri –Myriam al Khomryn ministra lavoro Francia voluta fortemente dal governo Valls. Ad organizzare la protesta alcuni sindacati transalpini, Solidaries e la CGT, assieme ad altre organizzazioni studentesche con manifestazioni in tutto il Paese contro quella che ritengono una scellerata riforma del lavoro.

A Parigi studenti, sindacati e operai, sono partiti dalla Bastiglia per raggiungere Place d’Italie. Strade blindate dalla polizia, 2500 agenti a presidio, con controlli continui nei punti nevralgici del percorso. Non sono mancati diverbi e tensioni con gli agenti, che hanno effettuato diversi fermi, senza però arrestare nessuno.

Nelle prossime settimane, la prima il prossimo 5 luglio, vi saranno nuove mobilitazioni, secondo quanto annunciato dal leader della Cgt Philippe Martinez.

I dati di un sondaggio prodotto dall’Istituto Elabe per BFM-tv, mostrano che sette francesi su dieci sarebbero favorevoli al ritiro della “famigerata” legge, anche per vedere la fine di questa situazione di blocco totale del Paese.

Per quel che riguarda il fermo degli impianti delle raffinerie e dei depositi di carburante, il presidente francese François Hollande, ha affermato che “sarà fatto tutto il possibile per garantire l’approvvigionamento” di benzina.

Il Governo si dice pronto a trattare e il Premier Manuel Valls, avrebbe già programmato a giorni, degli incontri con i sindacati. Una linea più morbida, dopo la rigidità iniziale del Primo Ministro, che qualche giorno fa aveva tuonato contro i sindacati: “Non sono loro a fare le leggi nel nostro Paese”, mostrandosi irremovibile su qualsiasi ipotesi di modifiche, soprattutto all’articolo due, quello più contestato.

La manifestazione che si è svolta ieri nelle strade della capitale francese ha richiamato oltre 50 mila persone secondo fonti sindacali, poco meno di 15 mila secondo la prefettura.

Torre EiffelE ieri, durante la protesta, ha chiuso i battenti  per lo sciopero del personale, anche il simbolo della Ville lumière: la Torre Eiffel.
Alessandro Nardelli

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento