venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Le Marche, una scoperta
in tutte le stagioni
Pubblicato il 14-06-2016


Campagna_FilottranoNon è ancora una famosa destinazione turistica, ma Filottrano (Ancona) ha offre possibilità di relax in questo periodo dell’anno. Gastronomia, arte, e musica sono quattro delle parole che possono essere pronunciate, parlando di questa città.

Molti turistici che apprezzano la buona tavola si ferma qualche ora a degustare le specialità di Andrea Tantucci e Gessi Mastri al ristorante Gallo Rosso, diventato una eccellenza del territorio. I piatti a km zero come la bottarga, i capperi di Pantelleria, le acciughe del Cantabrico ed una buona carta dei vini rappresentano una vera e propria occasione di conoscere i sapori della tavola marchigiana. Se si vuole assaporare pane, focaccia, paste fresche, dolci di casa, formaggi, non si può fare retromarcia. Questa è l’occasione giusta!

FilottranoAndrea è, anche, esperto di musica e alcune volte intrattiene i suoi clienti con qualche bel discorso sui generi musicali del passato e di oggi. Ai lettori dell’Avanti farà piacere sapere che nel 2009 ha scritto “Rockitichen” con Paola De Angelis: 30 menù ispirati a 30 collection musicali.

La città, inoltre, è patria del complesso musicale “The gange” , gruppo folk, che ha ottenuto numerosissimi successi musicali. Ascoltare la loro musica non difficile: Patchanka Bistrot è anche rivendita di oggetti dedicati alla musica, vinili e cd. E usciti dal locale per un aperitivo musicale si può, anche, incominciare un percorso diverso di riscoperta della città, attraverso un viaggio nel mondo antico. Gli affreschi della chiesa di San Cristoforo a Filottrano permettono di capire il rapido mutamento della pittura dalle forme di vecchia maniera al nuovo linguaggio del Trecento.

La chiesa di San Cristoforo

La chiesa di San Cristoforo

E poco distante nella chiesa dell’Assunta il lacerto della “Madonna del latte” si vede una significativa testimonianza della decorazione a fresco nella chiesa che esisteva già nel 1300, ma era di dimensioni molto più ridotte e di forme gotiche. La produzione artistica risentì della presenza della Scuola di Fabriano che svolse un ruolo importante nella decorazione sacra. Ciò fa pensare anche al Maestro di Sant’Emiliano oppure, a qualche pittore ancora anonimo, che subì il fascino della scuola riminese.
Andrea Carnevali


Durante i fine settimana di luglio e agosto sono in programma visite guidate a Filottrano aperte anche alle famiglie. Dopo aver passeggiato per il centro storico (dalle 17.30 alle 19.30), i partecipanti potranno degustare le tipicità del territorio. La prenotazione è obbligatoria: 071 – 7223406; 348.7206471; 338.4310978.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento