martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Paola Regeni come Ilaria Cucchi: il Re è nudo
Pubblicato il 16-06-2016


Paola Regeni, la madre di Giulio, così come prima di lei la sorella di Stefano Cucchi, Ilaria, sta mettendo in crisi i poteri dello Stato soltanto ripetendo fino alla nausea la verità.
Desta rispetto e ammirazione profonda l’intervento che ieri ha pronunciato davanti ai parlamentari europei della Sottocommissione per i Diritti Umani ricordando che fino a oggi, a parte i proclami e il richiamo dell’ambasciatore, non è stato fatto un solo passo avanti visibile per arrivare a individuare i responsabili di quanto avvenuto. Cosa sta facendo l’Europa e cosa sta facendo l’Italia, ha chiesto?

Purtroppo, come nel caso di Stefano Cucchi, tanti hanno capito che la verità intera è inconfessabile.
Per Stefano, la responsabilità maggiore è di chi avrebbe dovuto garantire la sicurezza di un cittadino preso in sua custodia e invece pare aver fatto l’esatto contrario.
Per Giulio, con ogni probabilità, si è trattato di un’orrenda manovra interna ai servizi di sicurezza per creare un problema di credibilità internazionale al presidente al-Sisi e per farlo non hanno esistato a distruggere la vita di un giovane, torturato a morte e gettando in un fosso il suo cadavere trasformato esso stesso in messaggio.
In un caso, come nell’altro, ammetterlo vorrebbe dire che lo Stato confessa il proprio fallimento; l’inadeguatezza, l’incapacità dei suoi vertici istituzionali, al più alto livello. E questo nessuno Stato lo ha mai fatto perché vorrebbe dire minare alle fondamenta, irreparabilmente, la propria credibilità.
È con questo pericolo che nei decenni è stata giustificata una teoria ininterrotta di depistaggi, di segreti di Stato, di innocenti incarcerati e di colpevoli in libertà.

Ma c’è una novità. Nessuno Stato ha mai fatto i conti con la comunicazione globale. Il web del Wikileaks, dei Panama papers, potrebbe giocare al fianco del coraggio e della passione di Ilaria Cucchi e Paola Regeni, moltiplicando all’infinito il loro messaggio di verità per mostrare al mondo, inequivocabilmente, giorno dopo giorno: il Rè nudo.

Carlo Correr

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento