mercoledì, 7 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Manfredi Villani: 
Crescere per non perire
Pubblicato il 23-06-2016


Avevo appreso qualche tempo fa della defezione dell’ex compagno Di Lello e mi rammaricai per la sua ingiustificata fuoruscita dal partito socialista. Supposi che ci sarebbe stato in futuro un rabbocco di nuovi iscritti e mi rasserenai. Purtroppo leggendo l’Avanti! del 20-06-2016 apprendo dall’articolo di Mario Tufi che a Roma si verificò l’abbandono da parte di altri compagni, quali: Celli, Quadrana, Labellarte e Di Tommaso. Non conosco altre diserzioni in ambito nazionale. Con questo appunto mi preme condividere il decalogo del Mario Tufi.

Propongo al nostro Segretario Riccardo Nencini ed al Direttore di inserire e mantenere aggiornato sull’Avanti!online una rubrica con l’elencazione dei nominativi degli abbandoni e di quelli che entrano da eroi nel tesseramento PSI. Uniti possiamo difendere l’identità del socialismo italiano. Consentitemi la chiosa tratta dall’articolo di Aldo Forbice pubblicato il 16-06-2016 per ribadire a quei disertori :”Non è con le esasperate ambizioni personali che si conquistano le barricate, ma con la tenacia, la forza delle idee collettive di giustizia sociale e di democrazia”. Ultimo grido di dolore personale:Il PSI deve crescere per non perire.

Manfredi Villani

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento