domenica, 4 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Umbria: “I socialisti radicati sul territorio”
Pubblicato il 10-06-2016


PsiGrande soddisfazione per gli ottimi risultati ottenuti dai candidati socialisti nelle ultime elezioni amministrative, con la straordinaria affermazione di Luciano Bacchetta e della lista socialista a Città di Castello, e un netto no a qualsiasi ipotesi di apparentamento con altre forze politiche per il ballottaggio ad Assisi,  previsto per domenica 19 maggio.

E’ quanto è emerso ieri pomeriggio nel corso della Segreteria Regionale del Partito Socialista. La relazione del Consigliere Regionale, Silvano Rometti, Segretario Reggente del Partito Umbro, ha infatti messo in evidenza come i candidati socialisti abbiano ancora una volta dimostrato la capacità di radicamento sul territorio e di saper interpretare le esigenze dei cittadini e delle forze sociali.

Sugli 11 comuni chiamati alle urne il Partito Socialista elegge propri rappresentanti in 6 di essi, con la possibilità di eleggerne un altro in caso di vittoria di Stefania Proietti ad Assisi.

Su tutti spicca il risultato straordinario di Città di Castello. Nel comune tifernate infatti il sindaco uscente Luciano Bacchetta ha ottenuto un risultato entusiasmante, vincendo le elezioni già al primo turno, e aumentando la propria percentuale di consensi di oltre 2 punti, arrivando al 53,17% contro il 50,98% del 2011. Netta affermazione rafforzata dalla vittoria in 53 seggi su 54.

La vittoria di Bacchetta conferma la bontà dell’operato del Sindaco e della sua Giunta, molto apprezzato dai cittadini, e della capacità dello stesso di tenere insieme la coalizione di centro sinistra – tema su cui i socialisti invitano il Partito Democratico a fare una profonda e sincera riflessione. Il tema delle alleanze risulta fondamentale per i socialisti, che sottolineano come nelle realtà dove questa coesione fra le forze del centrosinistra è venuta meno, i risultati siano stati assolutamente deludenti.

Nel corso della riunione è stato sottolineato, sempre per Città di Castello, la grande affermazione della lista socialista, che con il 23,53% di consensi, rappresenta la miglior performance a livello nazionale, consentendo ai socialisti di eleggere ben 6 consiglieri,  con l’ottima affermazione di Massimo Massetti e Riccardo Carletti.

Buoni i risultati anche negli altri comuni in cui si è votato. Nonostante  in alcune realtà si paghi la confusione nella formazione delle liste e le divisioni del Partito Democratico per il quale all’indomani del ballottaggio chiederemo un confronto al agli organi dirigenti del PD, il Partito Socialista è riuscito ad eleggere un consigliere a Nocera Umbra.

Una menzione a parte il risultato ottenuto ad Assisi, dove in caso di vittoria della coalizione di centro sinistra guidata da Stefania Proietti, un rappresentante socialista siederà fra i banchi del Consiglio Comunale della città.

Anche nei Comuni della Provincia di Terni – ha ricordato Rometti – ottimi sono stati i risultati a Montecastrilli, Avigliano Umbro e Parrano. Discorso a parte per Amelia, dove la sconfitta della lista guidata dal sindaco uscente ha determinato anche per i socialisti una battuta d’arresto. Qui, nonostante il passaggio dell’ex assessore Santarelli nelle file del PD con la necessità del Partito locale di riorganizzarsi, in caso di vittoria della lista di Maraga, avremmo eletto i due rappresentanti socialisti, rafforzando la nostra presenza nel Consiglio Comunale. Purtroppo una serie di errori strategici, certamente non imputabili a noi, hanno portato alla sconfitta con tutte le conseguenze del caso.

Nel corso della discussione, a cui hanno partecipato, oltre Rometti, l’assessore regionale Giuseppe Chianella e tutti i rappresentanti dei territori umbri, è emersa la ferma contrarietà del PSI a qualsiasi ipotesi di apparentamento per il prossimo ballottaggio ad Assisi.

Un’ipotesi del genere rappresenterebbe infatti un ritorno al passato, con quelle logiche da vecchia politica che gli elettori hanno ormai in più occasioni dimostrato di non voler  accettare, minando anche la positiva figura della candidata Proietti, che ha fatto dell’innovazione e della freschezza della propria immagine, unita alle indiscusse capacità e competenze, il proprio elemento caratterizzante.  In questi  10 giorni che ci separano dal ballottaggio di Assisi, il Partito Socialista sarà impegnato a sostenere la candidata a Sindaco Proietti affinché si possa tornare a vincere, dopo molti anni, nella città di S. Francesco.

Nel corso della riunione, la Segreteria Regionale ha provveduto ad approvare per la provincia di Perugia e di Terni i comitati promotori per il Si al referendum costituzionale.

Nei prossimi due fine settimana, l’11 e 12 e il 18 e 19 giugno, verranno allestiti nelle maggiori città della regione, a partire da Perugia, Terni, Foligno e Città di Castello, dei banchetti per la raccolta delle firme per il SI al referendum.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento