lunedì, 5 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

È morta Marta Marzotto
regina dei ‘salotti’
e della cronaca ‘rosa’
Pubblicato il 29-07-2016


Marta MarzottoÈ morta Marta Marzotto, 85 anni, dopo una breve malattia ‘circondata dall’affetto di tutti i suoi figli e nipoti’ e dopo una vita intensissima sempre a cavallo tra un’intensa vita culturale e il palcoscenico della cronaca rosa. Di lei ricordiamo oggi i ‘salotti’, la straordinaria capacità di riunire in occasioni conviviali i personaggi più in vista della cultura e spesso anche della politica, la relazione affettuosa con il pittore Renato Guttuso, la separazione dal conte Umberto Marzotto e un’altra relazione con Lucio Magri.

Marta marzotto Massimo Sagramola

Il fotografo Massimo Sagramola indossa una maschera disegnata da Marta Marzotto

Nata Vacondio a Reggio Emilia nel 1931, infanzia e adolescenza difficili da mondina, modella, sarta, stilista che a Milano lancia la sua griffe e conosce il suo futuro marito. Donna di grande sensibilità, cultura e intelligenza, sposò il conte Marzotto da cui ebbe 5 figli Paola, Annalisa, Vittorio, Diamante e Matteo. Con Renato Guttuso la relazione durò 20 anni. Poi arriva Lucio Magri, allora segretario del Partito di unità proletaria per il comunismo e inizia una relazione durata 10 anni. Un’infinità di ammiratori, compreso Sandro Pertini.

L’annuncio della morte, avvenuta a Milano, è stato dato in un tweet dalla nipote Beatrice Borromeo: “Ciao nonita mia”, scrive, postando anche la foto di una giovane Marta. Marta Marzotto è morta “Abbiamo raccolto il suo insegnamento – hanno detto i figli – è stata una madre e una nonna molto affettuosa”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento