giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Enti Locali. Il Governo incassa la fiducia
Pubblicato il 21-07-2016


Camera dei DeputatiLa Camera ha approvato la questione di fiducia posta dal Governo sul decreto Enti Locali. I sì sono stati 343, i no 165, un astenuto. Il decreto va ora in Senato per la seconda lettura. Diverse le novità contenute. Nel passaggio a Montecitorio sono infatti stati approvati diversi emendamenti che hanno introdotto nuove misure.

Favorevole il voto dei socialisti. Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso delle dichiarazioni di voto ha evidenziato come “negli enti locali gli sprechi di risorse pubbliche hanno prodotto danni ingenti, ostacolando la ripresa e lo sviluppo di molti territori. E’ chiaro, però, che non si può solo tagliare. Le realtà istituzionali virtuose, che utilizzano in modo intelligente il denaro pubblico, devono essere sostenute. Vanno, dunque, salutate con favore disposizioni come la riduzione delle sanzioni per quelle province e regioni che nel 2015 non avevano rispettato le disposizioni del patto di stabilità interno o le anticipazioni di liquidità a favore degli enti dissestati finalizzate al risanamento dei loro debiti pregressi”. “Da evidenziare inoltre – ha detto ancora Pastorelli – che attraverso un proficuo lavoro in commissione si è riusciti ad allentare anche il blocco del turn-over del personale per quei comuni di piccole e medie dimensioni che non sono sottoposti al patto di stabilità interno e che hanno una dotazione di personale esigua. Un risultato importante, che può certamente aiutare la ripresa. Da sottolineare, poi, le importanti misure riguardanti i comparti cerealicolo e lattiero-caseario: settori in crisi, dove – ha concluso –  è urgente una migliore pianificazione dell’offerta e della produzione”.

Il decreto contiene sia norme che valgono per tutti i comuni, come le norme sul Fondo di solidarietà comunale, sia misure per singoli comuni o Regioni (ad esempio L’Aquila, la Sicilia). Nel primo caso gli emendamenti hanno teso ad allargare la platea dei comuni beneficiari, nel secondo caso ad estendere a singoli Enti Locali determinati benefici. Tra le misure che hanno avuto il via libera nelle ultime ore in commissione Bilancio c’è anche quella che riapre la rateizzazione per i debitori verso Equitalia.

Importante anche l’emendamento che, con una norma ponte, garantisce la proroga delle concessioni balneari fino al 2020 in vista della revisione organica della materia, anche alla luce della sentenza della Corte di giustizia europea che aveva messo in dubbio la lunghezza temporale delle concessioni demaniali per le spiagge.

Sono molti le materia toccate dal decreto. Ecco i principali:

MUTUI COMUNI CON CDP: istituito un Fondo (110 mln nel triennio) per l’estinzione dei mutui degli Enti locali con la Cassa depositi e prestiti.
SPIAGGE: nelle more dell’approvazione della riforma delle concessioni degli stabilimenti balneari, che potrebbe iniziare l’iter parlamentare subito dopo l’estate, vengono prorogate le concessioni in essere.
RYANAIR: sospeso “dall’1 settembre al 31 dicembre 2016” l’incremento di 2,50 euro della tassa comunale sugli imbarchi aeroportuali: la Finanziaria la sopprimerà per gli anni a venire.
NORMA “ANTI-PORTOGHESI” PER AZIENDE TRASPORTI: le aziende di trasporto comunale e regionale potranno ricorrere alla riscossione coatta per incassare le multe elevate a chi non ha pagato il biglietto. Una misura chiesta specie dalle disastrate aziende del centro-sud (ad esempio l’Atac a Roma).
RATEIZZAZIONE DEBITI EQUITALIA: riaperta la rateizzazione dei debiti verso Equitalia, concessa lo scorso autunno: debiti pagati in 72 rate. Se non se ne pagano 2, anche non consecutive, si decade dal beneficio.
VIGILI DEL FUOCO: autorizzata l’assunzione straordinaria di 193 vigili nel 2016 a valere sulla quota del 2017.
MINORI NON ACCOMPAGNATI: i Prefetti potranno disporre l’apertura di apposite strutture dove siano ospitati i migranti minorenni privi di famiglia: al massimo 50 ragazzi per ogni struttura.
GRANO: vista la crisi del grano, arriva un Fondo di 10 milioni “volto a favorire la qualità e la competitività delle produzioni delle imprese agricole cerealicole”.
DISASTRO FERROVIARIO PUGLIA: stanziati 10 milioni per le vittime e i feriti dello scontro tra treni di Corato e Andria.
L’AQUILA: oltre a 18,5 milioni, sono state introdotte norme per agevolare la concessione del contributo a fondo perduto per la costruzione della prima casa: l’acquisto dell’abitazione sostitutiva comporta contestuale trasferimento al patrimonio comunale dell’abitazione distrutta.
SISMA EMILIA 2012: I comuni e le regioni Emilia, Veneto e Lombardia potranno assumere personale con contratto flessibile in deroga a norme vigenti.
GRANA PADANO: i benefici per le imprese colpite dal terremoto del 2012 sono stati estesi alle imprese di Offlaga (Brescia), in particolare al caseificio Bresciangrana.
SINDROME DA TALIDOMIDE. l’indennizzo per gli affetti da tale sindrome (da vaccino) fino ad oggi per i nati dal 1959 al 1965, è estesa anche ai nati nel 1958 e nel 1966.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento