domenica, 11 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Euro 2016. Sorpresa Portogallo: Eder
eroe inaspettato
Pubblicato il 11-07-2016


portogalloPARIGI – Dalle lacrime di dolore alle lacrime di gioia: il Portogallo è campione d’Europa. La nazionale del ct Fernando Santos ha sorprendentemente battuto 1-0 i padroni di casa della Francia ai tempi supplementari, grazie alla rete del gigante Eder al 109’.

Già alla vigilia della finalissima di Parigi i favori del pronostico erano tutti per i transalpini, le sorti sembravano indirizzate ancora di più verso i ragazzi di Deschamps dopo l’infortunio al ginocchio di Cristiano Ronaldo che, in seguito a un duro contrasto con Payet, al 25’ ha dovuto alzare bandiera bianca lasciando il campo all’ex interista Quaresma. Il Portogallo tuttavia non ha accusato il colpo, restando ben organizzato in difesa e creando anche qualche pericolo in attacco.

L’occasione più ghiotta nei tempi regolamentari l’ha avuta nei minuti finali il centravanti francese Gignac, che ha colpito un clamoroso palo dopo aver superato benissimo Pepe. Nei supplementari invece ecco la sorpresa: prima la traversa ha detto di no a un calcio di punizione di Raphael Guerreiro, poi al 109’ il centravanti Eder, subentrato da poco al posto di Renato Sanches, ha trovato un gran gol dalla distanza, sul quale il portiere avversario Lloris non ha potuto nulla. Emozionante l’immagine di Cristiano Ronaldo che, con il ginocchio fasciato, dalla panchina ha incitato tutti i suoi compagni a non mollare.

Al fischio finale dell’arbitro inglese Clattenburg è partita la grande gioia dei portoghesi, unita all’amarezza e delusione dei francesi, per la prima vittoria in un campionato europeo.

Per Ronaldo è l’ennesimo trionfo, che lo porterà alla vittoria del prossimo Pallone d’Oro, per il ct Santos è un autentico capolavoro, mentre per i tanti giovani (da Renato Sanches a Joao Mario fino a Raphael Guerreiro) è l’occasione per farsi conoscere nel grande calcio. E ora tutto un Paese è in festa.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento