sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Hillary Clinton, la prima donna candidata degli Usa
Pubblicato il 27-07-2016


hillary-clinton-thumbs-upÈ fatta. Hillary Clinton è formalmente la candidata Presidente del Partito Democratico. Ad investirla, a Philadelphia, dopo gli endorsement di Sanders e di Michelle Obama, è arrivato il suo primo fan, Bill Clinton, che ha commosso gli astanti con un appassionato discorso: “dovreste eleggere lei, che non mollerà mai quando le cose si faranno dure. Lei ci renderà più forti insieme. I vostri figli e i vostri nipoti vi saranno grati”.

E, paradossalmente, alla convention dem si è trattato di una “Bill Clinton Night”. Essendo stato uno dei presidenti più amati della storia, Mr. Clinton ha rispolverato il suo repertorio, quello che ventiquattro anni fa portò lui alla Casa Bianca. Ha dunque ripreso la forza del pensiero New Democrat, la spinta liberale che ha connotato le sue due amministrazioni, la forza carismatica e l’amore per gli Stati Uniti. E, tramite questa ricetta vincente, ha spinto Hillary in cima alle gerarchie del partito.

E Mrs. Clinton ha retto, è diventata una leader re-inventando il liberalismo classico dei Democratici e di suo marito. Un cambiamento avvenuto soprattutto durante le primarie, quando i continui richiami a sinistra che venivano da Bernie Sanders hanno avuto il merito di porla di fronte a nuove sfide. È stata dunque capace di accettare anche questi compromessi, integrando nell’agenda democratica programmi di salario minimo, istruzione gratuita e assistenza sanitaria. Tutti punti di forza del programma di Sanders che ora si ritrovano allegri nelle brochure di quella che fu la sua avversaria.

Fatto sta che, mescolando abilmente i ricordi dei fasti economici dell’era Bill e le divagazioni socialiste dell’ultima campagna-primarie, Hillary sembra star riuscendo a costruire una piattaforma originale, alternativa al programma ultraliberale e razzista di Trump, rendendosi davvero la candidata di tutto il Partito Democratico.

I voti dei delegati hanno fatto il resto e, tra lacrime di gioia ed acclamazioni, hanno investito la signora Clinton e fatto già la storia: è la prima candidata donna alla Casa Bianca.

Giuseppe Guarino

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento