martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Mario Michele Pascale:
Renzi e la realpolitik
Pubblicato il 18-07-2016


Posso anche comprendere la realpolitik, ma resto comunque turbato dal Premier Matteo Renzi che con estrema rapidità e solerzia esprime “sollievo” e dice che il ritorno di Erdogan sia “il prevalere della stabilità”. Fossi in lui ci avrei pensato su due volte, se non di più. Prima di profferire giudizio penserei ai giornalisti e agli attivisti per i diritti umani perseguitati dal governo turco, alla folla che lo ha riaccolto ringraziando Allah, a tutti gli inciuci che il re intronato presidente ha con l’Isis. Penserei anche al fatto che Erdogan ha già annunciato che è pronto a ristabilire la pena di morte come deterrente politico. Non vorrei che l’Italia salisse sul predellino del vincitore lasciando, in nome della stabilità della Nato, che vengano ancora più ristrette le libertà civili, politiche ed i diritti umani dei turchi.
Mario Michele Pascale
Consiglio Nazionale del Partito Socialista Italiano
Presidente Ass. Spartaco
bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento