giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Sisinio Zito, la rinascita
del Sud con la cultura
Pubblicato il 06-07-2016


zito 2È deceduto nella sua casa di Roccella Jonica Sisinio Zito, socialista e meridionalista. Nato a Condofuri 80 anni fa, Zito è stato il più giovane senatore della Repubblica italiana, eletto nel 1976 nelle fila del Psi, non ha mai lasciato il Partito Socialista per il quale e con il quale ha portato avanti i suoi progetti di politica per il “bene comune” del Paese e della sua Calabria in particolare.

Nel corso della sua carriera politica, Zito ha ricoperto l’incarico di sottosegretario al Lavoro e alla Previdenza sociale, alla Pubblica istruzione con delega all’Università, all’Industria, Commercio e Artigianato. È stato, inoltre, presidente e vicepresidente di commissioni in Senato. Laureato in Giurisprudenza, dopo aver intrapreso la carriera accademica, la lascia per dedicarsi alla politica e al giornalismo, è stato infatti condirettore di “Mondo Operaio”, mensile del Psi dal 1972 al 1977 e promotore della rivista “Il Regno di Napoli” pubblicata dal 1986 al 1989.

Ma oltre che uomo di politica, Zito è stato soprattutto un grande intellettuale per il quale la cultura era elemento essenziale per far ripartire il Sud. È stato il Senatore Zito, assieme ai senatori Giuseppe Beniamino Fimognari, Giuseppe Petronio, presentatore del Disegno di Legge, poi Legge nel 1982, che ha portato all’istituzione dell’Università di Reggio Calabria, oggi “Università Mediterranea”.sisiniozito

Ed è sempre l’ex sindaco di Roccella (incarico ricoperto per due quinquenni consecutivi dal 1999 al 2009) che inizia a spendersi per la sua città e per la promozione del turismo e dell’arte. Zito è stato il fondatore e presidente dell’Associazione culturale jonica onlus che ha contribuito parecchio alla diffusione della cultura musicale in Calabria, promuovendo per anni sia le Stagioni concertistiche della Locride e di Cosenza – Rende, sia il celebre Festival internazionale del jazz “Rumori Mediterranei”. Ha ricoperto anche l’incarico di presidente dell’Ismez, Istituto per lo Sviluppo Musicale del Mezzogiorno.

In un messaggio di cordoglio alla famiglia, il segretario nazionale del Psi, Riccardo Nencini, ha espresso “profonda tristezza per la scomparsa di Sisinio Zito. Sisinio – ha osservato Nencini – è stato parlamentare, uomo di governo e sindaco. Uomo probo e schivo, alieno dalle facili ribalte, costantemente attento ai bisogni e alle necessità della sua Calabria e della sua Roccella”, e ha aggiunto: “ha svolto gli incarichi che ha ricoperto con passione e competenza, testimone e protagonista della grande tradizione del socialismo calabrese di cui è stato per anni autorevole e apprezzato esponente. Con lui scompare un uomo delle istituzioni, un uomo di grande spessore umano”.
“Esprimo alla famiglia il profondo cordoglio dei socialisti italiani”, ha concluso il segretario del Psi.

Messaggio di cordoglio alla famiglia è giunto anche dalla componente del Psi alla Camera dei Deputati che si uniscono “con affetto al dolore della famiglia”. Nel messaggio si ricorda che Sisinio Zito, “un protagonista della tradizione del socialismo calabrese” “fu non solo un politico appassionato e coerente, ma anche un grande intellettuale e uomo di cultura”. “Con lui – scrivono Pia Locatelli e Oreste Pastorelli  – perdiamo un amico, un compagno e un pezzo della nostra storia”.

Redazione Avanti!

I funerali di Sisinio Zito, il cui feretro sarà esposto nella sala consiliare del Municipio di Roccella Jonica, si svolgeranno venerdì 8 luglio.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento