giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

STRAGE A NIZZA
Pubblicato il 14-07-2016


nizzaUna nuova strage, si parla di almeno 73 vittime, stavolta a Nizza in occasione dei festeggiamenti per la presa della Bastiglia del 14 luglio. Un camion di grandi dimensioni e di colore bianco ha travolto la folla che si allontanava dopo i fuochi d’artificio dei festeggiamenti per il 14 luglio a Nizza, nel sud della Francia, lungo la nota Promenade des Anglais. In quei momenti terribili in cui il camion si è scagliato sulla gente assiepata sul lungomare per guardare i fuochi, decine e decine di persone hanno iniziato a correre terrorizzate, mentre sul terreno restavano i corpi delle vittime.
Quello che sembrava un attacco in breve ha preso le sembianze di un nuovo attentato terroristico: testimoni hanno infatti riportato che dal mezzo pesante partivano anche spari contro la folla. La polizia, secondo quanto si apprende, ha risposto al fuoco.

Il presidente francese, François Hollande, ha lasciato Avignone per rientrare d’urgenza a Parigi, atteso presso la cellula di crisi del ministero dell’Interno alla Place Beauvau, dove ha già parlato con il premier Valls e con il ministro dell’Interno Cazeneuve.

Nel frattempo secondo alcuni media francesi c’è una presa di ostaggi dentro un ristorante “Buffalo Grill”. Altre fonti parlano di ostaggi nel Meridien Hotel, di fronte al Buffalo Grill. Le forze di polizia antiterrorismo del Raid sono in azione sul territorio. Sébastien Humbert, sottoprefetto del dipartimento Alpi Marittime, senza confermare né smentire la presa di ostaggi ha parlato comunque di “un attacco di grande ampiezza”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento