domenica, 4 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Adalberto Andreani:
Mancano i centri di pronto intervento
Pubblicato il 28-08-2016


Gentile Direttore,

conosco bene le zone terremotate di Amatrice, Norcia, e le Marche anche per motivi professionali.
Esprimo le mie condoglianze alle vittime, ed il mio dolore per le cittadine ed i borghi cancellati, dove peraltro ero passato pochi giorni prima.
Tuttavia si sà che le zone appenniniche di Norcia, Visso, Amatrice, l’Aquila, Avezzano, Ascoli, Ancona sono ad altissima sismicità.
I giornalisti, gli esperti hanno giustamente sottolineato la differenza costruttiva tra Amatrice e Norcia, che tuttavia (e lo ricordo bene) subì un grave evento sismico nel 1979. Dopo quella data la ricostruzione sembra essere efficace ed ottimale.
Una richiesta ed una proposta mi sento di fare al Governo, che non mi risulta sia scaturita dal dibattito ed anche dalle polemiche, insorte dopo il terremoto.
Dato che nell’Appennino Italiano, quasi sempre si verifica un evento sismico importante, non sarebbe il caso di dotare una di queste città a rischio come Norcia, Amatrice, L’Aquila o anche Rieti, di una forza aerea di pronto intervento per un aiuto importante?…..Amatrice per esempio, per mesi non è stata ben collegata a Roma, per lavori sulla via Salaria…. l’unica strada importante per arrivarci. Se ci sono stati ritardi nei soccorsi può essere dipeso anche da questo fattore. Gli altri centri colpiti sono ancora più difficilmente raggiungibili. Invece Rieti per esempio ha un areoporto che ben si adatterebbe all’uopo, per elicotteri e mezzi analoghi.
tanto propongo
distinti saluti,
Adalberto Andreani

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento