martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Mario Michele Pascale:
Per i terremotati intervengano
le Fondazioni bancarie
Pubblicato il 29-08-2016


Il terremoto dei giorni scorsi ha devastato anche un enorme patrimonio culturale. Accanto al dolore e al cordoglio per le vittime e la enorme preoccupazione per quanti sono senza casa, costretti in condizioni di fortuna, non dobbiamo dimenticare i monumenti e le antichità ferite, che rappresentano la memoria storica e sono il simbolo delle comunità locali. Il bollettino di guerra ha proporzioni drammatiche. Tra i tanti siti: le basiliche di San Francesco e Sant’Agostino, la biblioteca comunale ed il museo civico di Amatrice. Il duomo di Urbino, il museo archeologico di Ascoli Piceno. Ma questo è solo un piccolo esempio dei 293 edifici storici colpiti dal sisma in maniera grave. 60 di questi sono a rischio di crollo. Ci vuole un colpo di reni per ricostruire e ridare vita ai centri storici. Ma l’azione del governo, che rischia, nonostante la volontà politica, di essere rallentata dai mille legacci della burocrazia, da sola non è sufficiente. E giustamente deve avere come aspetto prioritario la cura delle persone. Da parte socialista non manca e non mancherà un’azione di velocizzazione e di pungolo, per evitare ritardi ed inutili complicazioni. Il mio auspicio è che, nel frattempo, le fondazioni di origine bancaria, che hanno come compito statutario anche la ristrutturazione di immobili di pregio storico e che hanno una struttura operativa molto più agile, esattamente come già avvenuto per il sisma dell’Aquila, mettano a disposizione parte dei loro bilanci per la ricostruzione delle antichità colpite da questo terremoto. Sarà mia cura sensibilizzare i vertici dell’Acri (associazione di fondazioni e casse di risparmio spa), affinché si deliberi in tal senso.

Mario Michele Pascale
Responsabile nazionale editoria, arti e spettacolo del PSI

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento