martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Appalti pilotati,
arrestati a Caserta
Pubblicato il 13-09-2016


Campania rifiutiAmministratori importanti della provincia di Caserta e imprenditori in vista figurano al centro di una inchiesta della procura della Repubblica del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che all’alba di oggi ha portato alla notifica di misure cautelari per l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla turbativa d’asta. I capi d’imputazione vengono contestati a vario titolo e ad operare gli arresti sono stati i militari della Guardia di finanza in collaborazione con quelli dell’Arma dei carabinieri. Venti le misure notificate, che hanno colpito anche diversi funzionari pubblici.

Tra i destinatari figurano addirittura il presidente della Provincia di Caserta e sindaco forzista di Alvignano, Angelo Di Costanzo, il sindaco di Piedimonte Matese e dirigente del Pd, Vincenzo Cappello, l’ex sindaco di Casagiove Elpidio Russo, il presidente del consorzio Sannio Alifano, Pietro Antonio Cappella.
L’inchiesta fonda, in particolare, su un giro di appalti nel settore dei rifiuti che sarebbero stati assegnati – questa l’accusa – in maniera irregolare. Si tratta di vicende che hanno riguardato un po’ tutto il territorio del Casertano e fra gli imprenditori fermati stamani figurano anche Luigi Imperadore, titolare della Termotetti, impresa di Gioia Sannitica, e Francesco Iavazzi, fratello di Raffaele (patron della Juvecaserta), legale rappresentante della Impresud che è l’azienda ammiraglia del Gruppo Iavazzi che lavora nel campo dell’ambiente.

Secondo quanto emerge circa le accuse mosse a Di Costanzo, l’esponente politico avrebbe ottenuto una serie di favori in cambio delle assegnazioni di appalti milionari nel settore dello smaltimento dei rifiuti. Il presidente della Provincia di Caserta avrebbe ottenuto l’assunzione di amici e parenti, oltre a buoni benzina, auto di lusso e altri regali, in cambio dell’assegnazione dei lavori.

Francesco Brancaccio

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento