giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Con Allo privacy a rischio. L’app di Google
troppo invasiva
Pubblicato il 26-09-2016


alloUna app troppo invasiva, tanto che Snowden ha consigliato di non utilizzarla per ora. Valida alternativa a whatsapp non offre però la sicurezza di #Telegram che consente di crittografare per default le conversazioni. Questo significa che un utente inesperto o sprovveduto potrebbe facilmente aprire una breccia nella propria privacy rendendo disponibili molti dati sensibili. Questo tipo di chat permette infatti di risolvere e rispondere a molte domande senza uscire dall’applicazione. Questo significa che si autoalimenta con un monitoraggio continuo delle abitudini e delle richieste che ciascun utente pone, affinando sempre più l’algoritmo che la sostiene. Insomma un approccio invasivo e pericoloso. Anche se il web lo è per definizione, tout court.

Quindi allo stato #Allo? Anche no.

Alessia Chinellato

Alessia Chinellato

Alessia Chinellato

Giornalista e #blogger, studio le ricadute che i #social network hanno sulla vita dell'uomo medio. Come lo aiutano, quanto lo illudono. Perché una marea di connessioni talvolta equivale al deserto relazionale. Nella prossima vita sarò The Hammer. Su Twitter @alechinellato

More Posts

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento