venerdì, 2 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Hacker Russi sul sito Wada: “Atleti Usa
dopati a Rio’’
Pubblicato il 13-09-2016


atleti-usa-olimpiadi-rio

Molti atleti statunitensi, parecchi dei quali medagliati a Rio 2016, avrebbero fatto uso di sostanze illecite negli ultimi Giochi Olimpici in Brasile: la pesantissima accusa arriva da un gruppo di hacker russi, riusciti a entrare nel sito della Wada (agenzia mondiale antidoping) ed entrati in possesso di informazioni riservatissime.

Le accuse
Nelle carte scoperte dagli hacker, gli stessi che mesi fa avevano rivelato le mail di Hillary Clinton, ci sarebbero nomi di spicco dello sport americano. Su tutti, la ginnasta Simon Biles, vincitrice di 4 ori a Rio, che avrebbe assunto metilfenidato, uno psicostimolante, e anfetamine sotto ricetta medica. Tra i nomi ci sono anche le sorelle Venus e Serena Williams, icone del tennis, che, con decine di altri sportivi americani, avrebbero assunto sostanze giustificate da certificati di approvazione per uso terapeutico, quindi con l’ok da parte dei medici. Si aspetta che le informazioni scoperte dal gruppo di hacker siano realmente autentificate, così come la reazione da parte dei capi dello sport a stelle e strisce, ma siamo di fronte all’ennesimo caso di doping che ‘balla’ tra la polemica sportiva e quella politica.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento