venerdì, 2 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

I Top e i Flop del Campionato. Chievo, Cenerentola infinita
Pubblicato il 22-09-2016


chievoLa Juventus è nuovamente prima in classifica grazie al 4-0 al Cagliari e al pareggio del Napoli sul campo del Genoa. Icardi continua a trascinare l’Inter, continua a sorprende il Chievo di Maran. Male l’Atalanta, Gasperini è già a rischio. Vediamo i top e i flop di questa quinta giornata.

TOP – Al terzo posto Nestorovski. Il centravanti del Palermo ha firmato il gol decisivo nell’importantissima vittoria rosanero in casa dell’Atalanta. Il centravanti macedone rappresenta la squadra: semi-sconosciuta, ma che piano piano sta crescendo e che può dire la sua. Al secondo posto Simone Verdi del Bologna. L’ex centrocampista dell’Empoli ha siglato il terzo gol consecutivo nella vittoria 2-0 sulla Sampdoria, ma stiamo parlando di un rete da copertina, quelle che probabilmente vedremo in figurina o nelle sigle dei programmi. Cross dalla sinistra di Krejci e tiro al volo di destro sotto all’incrocio. Meraviglia. Al primo posto c’è il Chievo, che non smette mai di stupire. Contro il Sassuolo è arrivata la seconda vittoria consecutiva, che vale il terzo posto insieme a Inter e Roma. E pensare che la squadra di Maran ha già affrontato Inter, Fiorentina, Lazio e appunto Sassuolo. Cenerentola infinita.
FLOP – Al terzo posto Simone Inzaghi. Va bene il turnover, ma presentarsi a Milano contro il Milan, già privo di Biglia, senza Felipe Anderson e Keita non è stata una scelta giusta. Al secondo posto l’arbitro Damato in Genoa-Napoli che non ha concesso un rigore evidente agli azzurri nel primo tempo e uno dubbio nel finale. A fine gare Sarri si è lamentato molto. Al primo posto c’è l’Atalanta, penultima in classifica. Fino ad adesso è arrivata una vittoria e quattro sconfitte, Gasperini non ha mostrato il bel gioco che aveva al Genoa e ora rischia l’esonero.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento