venerdì, 2 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

La Liguria ricorda Pertini e dimentica che era socialista
Pubblicato il 23-09-2016


pertiniSandro Pertini era il “Presidente di tutti gli italiani”, il “Presidente partigiano”, ma ciò che viene spesso e volutamente dimenticato e/o omesso è che era anche e orgogliosamente socialista.
Anche in questi giorni mentre iniziano le celebrazioni per i 120 anni dalla nascita di Sandro Pertini, alla commemorazione viene proprio escluso il Psi.
Tanti i nomi e i personaggi invitati dalla Regione Liguria: il presidente del Senato, Pietro Grasso, l’attuale Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il giudice costituzionale, Giuliano Amato, gli attori Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, Alessandro Haber, solo per citare alcuni.

Il presidente del gruppo socialista alla Camera Pia Locatelli è intervenuta in Aula per ricordare la figura del presidente Pertini. “Ieri 25 settembre – ha detto – ricorreva il 120 anniversario della nascita di Sandro Pertini. Un socialista, una di quelle persone speciali che hanno fatto grande l’Italia: partigiano, padre costituente, Presidente della Repubblica, oltre che di questa Camera. Ma prima di tutto un socialista”. “Eppure – ha detto ancora – elle celebrazioni organizzate tra sabato e domenica nella Regione Liguria, del ‘socialista Sandro’ non c’era menzione. Obliterata la sua vita, cancellato il ricordo della fuga di Turati in Francia novant’anni fa, azzerato l’esilio e le motivazioni che lo portarono a difendere la libertà. Il presidente Toti ha giustificato il mancato invito agli esponenti del Psi affermando che si trattava di una manifestazione aperta a chiunque volesse parteciparvi, citando le decine di iniziative per ricordare ‘un grande ligure, un grande presidente, un grande protagonista della storia del nostro Paese’. Ma non un grande socialista. Sono voluta intervenire per questo, perché almeno in quest’Aula che lo ha visto tante volte protagonista, la storia non venga cancellata”.

“Giusta la celebrazione di Sandro Pertini organizzata dalla regione Liguria. Eppure c’è un problema. Pertini amava dire che ciò che aveva fatto nella vita era stato spinto dalla fede socialista. Non l’aveva mai abbandonata. Senza di essa sarebbe stato zoppo. Proprio come il programma ligure che del ‘socialista Sandro’ non fa menzione”. Lo scrive il Segretario del PSI Riccardo Nencini sul proprio profilo facebook, riferendosi alle celebrazioni del 120° anniversario della nascita, che cade il 25 settembre, del Presidente della Repubblica Sandro Pertini, che si terranno in Liguria e alle quali il PSI non è stato invitato. Per la celebrazione, patrocinata dalla Regione Liguria, assente anche il sindaco socialista Marina Lombardi reggente del comune di San Giovanni di Stella che ha dato i natali a Pertini. “Obliterata la sua vita, cancellato il ricordo della fuga di Turati in Francia novant’anni fa, azzerato l’esilio e le motivazioni che lo portarono a difendere la libertà. Non c’è Presidente della Repubblica tacendo quella storia”, ha aggiunto Nencini. “Eppure Toti conosce bene i fatti. Basta che scavi nella sua memoria” , ha concluso.
Infatti il Presidente della Regione che ospiterà l’evento non menziona affatto il suo ‘passato socialista’. “È stato un padre costituente – ha ricordato Giovanni Toti – rappresentando quell’Italia che si è scontrata duramente ma che alla fine ha saputo trovare un punto di incontro per consegnare a tutti noi e alle future generazioni un Paese libero”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento