martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Regeni. Procuratore Egitto vuole incontrare genitori
Pubblicato il 09-09-2016


madre-giulio-regeniIl caso di Giulio Regeni, il giovane ricercatore friulano trovato morto in circostanze misteriose, continua a trovare interessanti sviluppi. Dopo la due giorni tra i magistrati italiani e quelli egiziani, il procuratore generale dell’Egitto, Nabeel Sadek, “ha espresso la sua disponibilità ad incontrare i genitori per manifestare anche a loro l’impegno e la volontà di giungere alla scoperta e alla punizione dei colpevoli di un così grave delitto”.
Nel frattempo però le indagini proseguono sull’orlo dell’incertezza, mentre sono stati rinnovati i buoni propositi.

In una nota congiunta Nabeel Sadek e il procuratore di Roma, Giuseppe Pignatone ribadiscono “l’impegno da parte dei due uffici a proseguire nello scambio di atti e informazioni al fine di pervenire all’obiettivo comune e cioè accertare la verità sulla morte di Giulio Regeni”. Lo affermano oggi, dopo aver passato insieme due giorni a Roma, in un vertice “finalizzato ad accertare la verità sul sequestro, la tortura e la morte di Giulio Regeni”.

La collaborazione continua: Pignatone, il procuratore aggiunto Francesco Caporale e il sostituto procuratore Sergio Colaiocco hanno consegnato agli omologhi egiziani, il pc di Regeni, e hanno illustrato i documenti, in particolare quelli relativi ai contatti telefonici che aveva avuto durante il suo viaggio in Italia, a Natale scorso.
La prima sessione di lavoro è durata circa due ore. Il passo iniziale è stato lo scambio di documenti tra le due delegazioni, così come era richiesto nelle reciproche rogatorie.

Ma il fulcro dell’incontro tra i procuratori italiani e gli omologhi egiziani è stata anche la questione relativa alle celle telefoniche agganciate nella zona della casa in cui abitava Regeni, nel centro del Cairo, e nella zona del ritrovamento del cadavere. Roma vorrebbe la scheda con tutti i dettagli, e non solo una sintesi fatta dal Cairo.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento